A Trieste si parla di sicurezza e accessibilità

Succederà il 23 ottobre, nel corso dell’incontro significativamente denominato “SicurezzAccessibile”, organizzato dall’Università di Trieste, insieme all’INAIL e ai Vigli di Fuoco, nell’ambito della “Settimana Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro”, allo scopo di aumentare sempre più la cultura della sicurezza tra tutti i soggetti che frequentano a vario titolo l’Ateneo giuliano

Giovane con disabilità sta per entrare in un locale tramite uno scivolo

Nell’aderire alla Campagna Europea 2012-2013, denominata Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi, promossa dall’Agenzia Europea di Bilbao, in collaborazione con gli Stati Membri e la Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, l’Università di Trieste – in occasione della Settimana Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro – ha promosso una serie di attività organizzate, che mirano, in una logica di sempre maggior coinvolgimento e partecipazione, ad aumentare la cultura della sicurezza tra tutti i soggetti che frequentano a vario titolo l’Ateneo triestino.
In tale contesto, è in programma anche, per martedì 23 ottobre (Sala Convegni ERDISU, Via Fabio Severo, 154, ore 9.15-13.30), la giornata di studi intitolata SicurezzAccessibile. Informazione, formazione e addestramento alla sicurezza. Obblighi e strategie tra buone prassi e novità.

Diviso in due parti, l’incontro – organizzato in collaborazione con la Direzione Regionale del Friuli Venezia Giulia dell’INAIL e con il Corpo Nazionale dei Vigli del Fuoco – sarà aperto dai saluti di Lorenza Rega, delegato del rettore dell’Università di Trieste per gli studenti e la formazione, di Angela Brandi, assessore della Regione Friuli Venezia Giulia al Lavoro, alla Formazione, al Commercio e alle Pari Opportunità, di Adele Pino, assessore della Provincia di Trieste alle Politiche Attive del Lavoro, alle Politiche Formative e alla Cooperazione Sociale e di Marco Vascotto, presidente dell’ERDISU (Ente Regionale per il Diritto e le Opportunità allo Studio Universitario).
La prima parte verrà poi introdotta e moderata da Giorgio Sclip, responsabile del Servizio di Prevenzione, Protezione e Disabilità dell’Università di Trieste e membro del Focal Point per l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro, seguito dagli interventi di Roberta Nunin, docente di Diritto del Lavoro dell’Ateneo giuliano, di Raffaella Paluzzano della Direzione Regionale dell’INAIL, di Romina Angeli dell’Agenzia Regionale del Lavoro e di Nicola Canal, libero professionista.
La seconda parte sarà quindi moderata da Corrado Negro, medico competente dell’Università di Trieste e vi parteciperanno Rocco Vitale, presidente dell’AIFOS (Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro), Elia Tosolini, dottorando del Gruppo di Ricerca Sprint, Angelo Manna del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Paolo Barbina del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Azienda per i Servizi Sanitari n. 2 Isontina e Renzo Simoni del Dipartimento di Prevenzione dell’AS.S n. 1 Triestina.
Le conclusioni della giornata saranno affidate a Carlo Dall’Oppio, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Trieste. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: prevenzione@units.it.

Stampa questo articolo