Tutte le tecnologie al servizio di disabili e anziani

Sta per scoccare l’ora di “HANDImatica 2012”, nona edizione della mostra-convegno organizzata dalla Fondazione ASPHI, evento divenuto negli anni un riferimento unico su scala nazionale. Appuntamento dunque dal 22 al 24 novembre a Bologna, dove tutto ruoterà attorno alle soluzioni tecnologiche più aggiornate per l’integrazione scolastica, lavorativa e sociale, in ogni aspetto della vita

"HANDImatica 2010"

Un’immagine della precedente edizione di “HANDImatica”, tenutasi nel 2010

Tablet per stimolare le capacità cognitive degli anziani, ambienti virtuali e software educativi per un apprendimento attivo, inclusivo e partecipato, videogame accessibili, soluzioni per il lavoro e per il tempo libero, ma anche domotica e “città intelligenti”: le nuove tecnologie, la robotica e gli ausili per l’integrazione scolastica, lavorativa e sociale delle persone con disabilità saranno i protagonisti di HANDImatica 2012, la mostra-convegno organizzata dal 22 al 24 novembre a Bologna, dalla Fondazione ASPHI (Avviamento e Sviluppo di Progetti per Ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), organizzazione non profit che da oltre trent’anni opera per l’integrazione delle persone con disabilità nella scuola, nel lavoro e nella società, attraverso l’uso delle tecnologie informatiche e della comunicazione.
Giunta alla nona edizione e promossa sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con i patrocini, tra gli altri, del Ministero dell’Istruzione, della Regione Emilia Romagna, del Comune e della Provincia di Bologna, HANDImatica tornerà negli spazi dell’Istituto Superiore Aldini Valeriani-Sirani (Via Sario Bassanelli, 9), centro di eccellenza bolognese per la formazione tecnologica e l’innovazione.
L’area espositiva ospiterà aziende, centri di ricerca e organizzazioni non profit che presenteranno prodotti e ausili tecnologici, esperienze e servizi. I visitatori potranno dunque orientarsi seguendo ben otto percorsi tematici: Abitabilità, Accessibilità, Apprendimento, Comunicabilità, Diritti, Impiegabilità, Mobilità e Partecipazione. Gli stessi percorsi contrassegneranno gli oltre cinquanta convegni, seminari e laboratori che si succederanno nel corso delle tre giornate.
Il primo appuntamento è in programma esattamente giovedì 22 (ore 10), subito dopo il taglio del nastro con l’assessore alle Politiche Sociali della Regione Emilia Romagna Teresa Marzocchi, il sindaco di Bologna Virginio Merola e la presidente della Provincia Beatrice Draghetti: su terremoto, sicurezza e progettazione inclusiva, si confronteranno esperti di domotica e di accessibilità, amministratori pubblici e operatori del Terzo Settore emiliano, provenienti dalle zone colpite dal sisma del maggio scorso.
«In HANDImatica 2012 – dichiara Carlo Orlandini, presidente della Fondazione ASPHI – ci soffermeremo sui contenuti e sugli strumenti della società digitale, in grado di favorire la partecipazione e l’autonomia delle persone svantaggiate, a partire dalle soluzioni già oggi disponibili. Avremo con noi rappresentanti delle istituzioni, responsabili di impresa, insegnanti, educatori del mondo della disabilità e il campione Alex Zanardi, che sarà il nostro testimonial. Insieme a loro parleremo di lavoro, come strumento fondamentale di integrazione, di didattica inclusiva, per una scuola senza barriere tecnologiche, ma anche delle risorse per far fronte alla perdita di autosufficienza degli anziani».

La scuola
Tablet e personal computer per ogni alunno, lavagne e tavoli interattivi multimediali a disposizione degli insegnanti: questa potrebbe essere la scuola digitale del futuro prossimo. Ma quali potenzialità offrono le nuove tecnologie a chi insegna e a chi ha bisogni educativi speciali? Quali sono le migliori esperienze in corso e che cosa si può fare per offrire a tutti nuove opportunità educative?
Saranno numerosi, a Bologna, gli appuntamenti in cui si proverà a dare risposta a tali quesiti, come il convegno sulle Buone prassi di utilizzo della tecnologia nella didattica (venerdì 23, ore 15), il laboratorio sui Nuovi ambienti educativi, a cura dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna (giovedì 22 e venerdì 23, ore 11) e quelli sui Percorsi di integrazione resi possibili dalle LIM, le Lavagne Interattive Multimediali (giovedì 22, ore 15) e sul progetto Le lingue accessibili dell’Università di Padova (giovedì 22, ore 16).

Utilizzo di LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) in una scuola

L’utilizzo in una scuola della LIM (Lavagna Interattiva Multimediale)

Tutti i giorni, poi, nello stand dell’ASPHI sarà possibile visitare anche l’aula ideale di una “scuola 2.0”, con personal computer, tablet, tavoli interattivi, ausili e ambienti aperti per un nuovo modo di insegnare e di apprendere.
E ancora, due seminari riguarderanno le Tecnologie compensative per la dislessia (sabato 24, ore 10) e la Discalculia (sabato 24, ore 15.30), mentre due laboratori pratici su Autismo e robotica (venerdì 23, ore 11 e sabato 24, ore 15) insegneranno a progettare e a costruire piccoli robot utili ai bambini con difficoltà cognitive.
Per capire infine gli ostacoli che devono affrontare gli studenti con disabilità, a HANDImatica si potrà provare ComeSe, un simulatore 3D progettato dall’ASPHI, che permette di calarsi nei panni di chi ha limitazioni visive e uditive o soffre di dislessia e discalculia.

Il lavoro
In Italia il processo di inclusione delle persone disabili nel mondo del lavoro è ancora molto fragile. Non bastano infatti tecnologie e buone leggi (come la 68/99), occorre un cambiamento culturale: l’azienda non deve assumere per obbligo o per usufruire di sgravi fiscali, ma perché vuole investire sulla persona con disabilità e trarne vantaggio competitivo.
Il lavoro come “integrazione di abilità” sarà proprio il tema del convegno (venerdì 23, ore 10) che darà voce a Istituzioni (Ministero del Lavoro, dello Sviluppo Economico e Regione Emilia Romagna), imprese (IBM, Marchesini Group, L’Oréal, Gruppo Hera, Poste Italiane), lavoratori e accademici (Politecnici di Milano e di Torino, Università di Bologna e La Sapienza di Roma).
Sono in programma, poi, anche seminari per conoscere ausili e tecnologie utili in ufficio (venerdì 23, ore 11) e sulle opportunità, le figure (come il disability manager) e gli strumenti a disposizione dei lavoratori con disabilità (giovedì 22, ore 10). Questi ultimi saranno inoltre protagonisti di un laboratorio permanente (tutti i giorni), in cui racconteranno le loro storie di successo nella vita professionale e gli ostacoli che hanno dovuto affrontare e – attraverso un gioco di ruolo – potranno “entrare nella parte” dei loro colleghi.

L’invecchiamento attivo
In questo 2012 – che è l’Anno Europeo dell’Invecchiamento Attivo e della Solidarietà tra le Generazioni -, HANDImatica porterà sotto i riflettori le soluzioni per le persone non autosufficienti. Computer touch, tablet, smartphone, e-book possono infatti offrire nuove opportunità per la stimolazione e l’autonomia.
La dimostrazione migliore la si avrà nel seminario sulle Tecnologie per anziani, in cui saranno presentate alcune esperienze in contesti di cura e assistenza (giovedì 22, ore 10). Sullo stesso argomento, poi, anche i laboratori rivolti a caregiver e assistenti familiari (giovedì 22, ore 15.30 e sabato 24, ore 10).

Alex Zanardi

Alex Zanardi, testimonial di “HANDImatica 2012”

Ancora nello stand dell’ASPHI, infine, sarà attivo un laboratorio permanente attraverso cui conoscere le tecnologie multimediali e i software per non autosufficienti, in commercio e gratuiti, con le testimonianze degli operatori di quaranta strutture per anziani che in Emilia Romagna hanno partecipato al Progetto Ascoltalibri, mettendo a disposizione dei loro utenti un lettore mp3 facilitato per l’ascolto di audiolibri.

Tempo libero e cultura
Non solo studio, lavoro e assistenza, tuttavia, saranno al centro di HANDImatica 2012. Dal momento infatti che le tecnologie e gli ausili possono migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità in ogni ambito – tempo libero compreso – la manifestazione darà spazio ai videogame accessibili, a partire da Nicolas Eymerich, Inquisitore: La Peste, sviluppato dall’italiana TiconBlu con la consulenza di ASPHI, ispirandosi alle gesta dell’omonimo inquisitore, protagonista dei libri di Valerio Evangelisti, nonché personaggio storico realmente esistito.
Grazie alla modalità audiogame, con la descrizione di ambienti e azioni, Eymerich è il primo videogioco friendly per le persone non vedenti.
Ma non solo, nel corso delle tre giornate, infatti, i visitatori potranno cimentarsi come piloti con GuidaTuPro, un simulatore professionale con comandi adattati per tutti, che verrà messo alla prova anche da Alex Zanardi.
E per concludere, passando dall’intrattenimento alla cultura, sono previsti il laboratorio permanente di arte tattile del Centro Internazionale del Libro Parlato (tutti i giorni), il cinema accessibile (giovedì 22, ore 18.30) e i “Racconti da ascoltare” letti da “donatori di voce” (tutti i giorni durante la pausa pranzo). E si potrà anche diventare “inventori”, grazie al seminario sugli ausili fai-da-te, durante il quale verranno saranno presentate esperienze di creazione, adattamento e personalizzazione. (Ufficio Stampa Agenda)

Il programma completo di HANDImatica 2012 è disponibile nel sito specificamente dedicato all’evento. Per ulteriori informazioni: handimatica@asphi.it, ufficio stampa@agendanet.it.

Stampa questo articolo