Un documento per proteggere i bambini

E per tutelarli in particolare dalle strumentalizzazioni e dagli abusi nella comunicazione pubblicitaria: verte infatti su questo la “Carta di Milano”, documento realizzato da oltre settanta esperti del settore, che verrà presentata in anteprima il 7 novembre a Milano, durante la premiazione del Premio “Child Guardian Award”, iniziativa promossa e realizzata dall’organizzazione Terre des Hommes

Manifesto del "Child Guardian Award 2012"La premiazione del Child Guardian Award 2012 – concorso dedicato alle pubblicità che tutelano l’immagine dei bambini, che ha visto quest’anno in lizza diciotto aziende, sette agenzie e trentaquattro campagne – è in programma per mercoledì 7 novembre a Milano (Sala Alessi di Palazzo Marino, ore 10), sempre a cura di Terre des Hommes – organizzazione in prima linea da oltre cinquant’anni, per proteggere i bambini di tutto il mondo da violenza, sfruttamento e abusi – in collaborazione con la Fondazione Pubblicità Progresso e il Comune di Milano, rappresentato alla cerimonia dall’assessore alle Politiche Sociali e alla Cultura della Salute Pierfrancesco Majorino.

L’occasione sarà quanto mai propizia per presentare in anteprima alle Istituzioni e agli organi d’informazione anche la Carta di Milano, documento realizzato da oltre settanta esperti del settore, per migliorare la qualità della comunicazione pubblicitaria rispetto ai bambini e proteggerli da strumentalizzazioni e abusi. A leggere la Carta sarà la nota attrice Sonia Bergamasco.
Seguirà una tavola rotonda, moderata dalla giornalista Carmen Lasorella, cui parteciperanno, oltre al già citato assessore Majorino, Tiziana Zannini del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, Alberto Contri, presidente della Fondazione Pubblicità Progresso, Vincenzo Guggino, segretario generale dello IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria), Massimo Guastini, presidente dell’ADCI (Art Directors Club Italiano) e Gianna Terzani di Assocomunicazione. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: ufficiostampa@tdhitaly.org (Rossella Panuzzo).

Stampa questo articolo