- Superando.it - http://www.superando.it -

Una bella opportunità per le scuole e le famiglie

Ludausilioteca di Trani

I locali della Ludausilioteca di Trani

Procedono sempre con ottima riuscita le iniziative della Ludausilioteca, la struttura frutto di un progetto dell’Associazione Promozione Sociale e Solidarietà di Trani, finanziato dall’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, centro ludico con ausili informatici hardware e software, per aumentare e facilitare le capacità comunicative e di relazione di bambini con difficoltà relazionali, psichiche e motorie.
Anche in questo mese di novembre, infatti, dopo la Festa d’Autunno, altri due interessanti incontri (a partecipazione gratuita) sono in programma, sempre presso la sede situata nei nuovi locali del Centro Jobel (Via Giuseppe Di Vittorio, 60, Trani).
Il primo – Famiglie in gioco – è previsto per giovedì 15 novembre (ore 18-20) e si rivolgerà ai genitori di bambini disabili e non, per riflettere su alcuni temi legati alla genitorialità, con la visione di filmati e attività di gruppo.
Il secondo, invece – La tecnologia va a scuola -, sarà martedì 27 novembre (ore 18-20), destinato in particolare agli insegnanti delle scuole, di ogni ordine e grado, per presentare i più recenti ausili e software didattici ed educativi.
Da ricordare infine che successivamente – in occasione delle festività natalizie – vi saranno anche la Fabbrica del giocattolo, servizio offerto alle famiglie, dove i giocattoli verranno adattati con opportune modifiche e resi accessibili anche a bambini con disabilità gravi e un laboratorio finalizzato alla creazione di manufatti da inserire all’interno del Presepe accessibile.

«La Ludausilioteca – come ricordano i promotori dell’iniziativa – è un’opportunità data alla scuola e alle famiglie, in cui poter confrontare e sperimentare occasioni e strategie ludiche migliori per i propri studenti e i propri figli, attraverso servizi di consulenza e prestito di ausili informatici, laboratori sperimentali di giocattolo accessibile, laboratori-gioco, laboratori-lettura, e un laboratorio sperimentale del libro modificato, avvalendosi della collaborazione di un’èquipe composta da una psicologa, da alcuni educatori, da un consulente informatico, da animatori, da un’esperta nei processi formativi e da un medico neurologo supervisore». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: promosocialetrani@gmail.com.