Sempre più aziende credono in questa iniziativa

Si tratta di Diversitalavoro, progetto voluto nel 2008 dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), insieme alla Fondazione Sodalitas, a Synesis Career Service e alla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, che ha già aiutato molte persone con disabilità a trovare un lavoro. Il nuovo appuntamento è previsto per il 21 novembre a Roma

Giovane donna con disabilità al tavolo di lavoroÈ in programma per mercoledì 21 novembre a Roma (Facoltà di Ingegneria dell’Università di Tor Vergata, Edificio Didattica, Via del Politecnico, ingresso da Via Columbia, ore 10-16), un nuovo appuntamento con Diversitalavoro, progetto nato nel 2008, che si propone di favorire l’incontro delle persone con disabilità, appartenenti alle categorie protette, di quelle di origine straniera e dei transgender (tutti coloro, cioè, che non si identificano nello “stereotipo di genere”, normalmente fissato come “maschile” o “femminile”), con aziende che offrono opportunità di lavoro.
«Cerchiamo talenti cui offrire pari opportunità nel mondo del lavoro», è il motto che anima il progetto, promossa dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), insieme alla Fondazione Sodalitas, a Synesis Career Service e alla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, un’iniziativa che negli anni ha già aiutato diplomati e laureati a trovare un impiego, cercando di soddisfare le esigenze proprio delle persone con maggiori difficoltà a trovare lavoro.

«Il valore aggiunto di Diversitalavoro – spiega la coordinatrice Rosanna Paiano, di Synesis Career Service – consiste nell’avere la possibilità non solo di consegnare il proprio curriculum dal vivo, ma di presentarsi alle aziende, dire per quale motivo si vuole lavorare in quella società e quale apporto si pensa di potere dare all’interno di esse. Per questo, oltre alla possibilità di candidarsi via internet – ciò che è possibile fare durante l’anno – ci teniamo a organizzare un evento che sia un momento importante di incontro e di scambio. E il fatto che negli anni molte persone abbiano trovato lavoro grazie al progetto, ci spinge ad andare avanti, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo».
«Il successo crescente di Diversitalavoro – afferma dal canto suo Roberto Ramasco, consigliere delegato di Sodalitas – ci dà una conferma importante: sempre più imprese credono che realizzare un ambiente di lavoro inclusivo e davvero capace di valorizzare le diversità le renda migliori. La Fondazione Sodalitas è impegnata a convincere di questo un numero ancora maggiore di aziende, aiutandole con percorsi di formazione e accompagnamento ad hoc a superare ostacoli, difficoltà, e talvolta pregiudizi».

A confermare la loro partecipazione a questa edizione autunnale, sono state finora le aziende Allianz, American Express, Apple, BNL Gruppo BNP Paribas, Ernst & Young, IBM, Leroy Merlin, Philip Morris Italia e, in modalità web, ABB, Bosch, Ceva Logistics, Dell, ENI, L’Oréal, Luxottica e Roche. L’elenco, per altro, è in continuo aggiornamento, fino alla data dell’evento.
Durante la giornata, i candidati potranno incontrare i manager aziendali, sostenere un eventuale colloquio individuale e ricevere una consulenza personalizzata su come scrivere un curriculum e come utilizzarlo al meglio. Sono inoltre previsti, per tutti, seminari informativi ad accesso libero, su temi riguardanti il mondo del lavoro e l’integrazione. (S.B.)

Durante la giornata di Roma è previsto anche un servizio di interpreti LIS (Lingua Italiana dei Segni). Per ulteriori informazioni: Fondazione Sodalitas (Maddalena Cassuoli), tel. 333 7376278, maddalena.cassuoli@sodalitas.it.

Stampa questo articolo