3 Dicembre centrato sullo sport paralimpico

È questa la scelta dell’Ospedale Montecatone – la nota struttura di Imola (Bologna), specializzata nella cura di persone con lesione midollare e/o grave cerebrolesione – per la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che sarà dedicata in particolare a presentare nel dettaglio la disciplina dello sci per persone con disabilità, oltreché a una mostra fotografica sulla manifestazione “Happy Hand”

Manifesto del "Freerider Ski Tour 2012-2013"

Il “Freerider Ski Tour 2012-2013” prevede giornate sulla neve in varie località sciistiche italiane, garantendo alle persone con disabilità la possibilità di avvicinarsi in sicurezza alla disciplina

In occasione del 3 Dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, l’Ospedale Montecatone – la nota struttura di Imola (Bologna), specializzata nella cura di persone con lesione midollare e/o grave cerebrolesione – metterà al centro lo sport paralimpico, da intendersi non soltanto come esperienza gratificante per l’individuo, ma anche come formidabile strumento di sensibilizzazione sociale, ciò che le recenti Paralimpiadi di Londra hanno del resto ben dimostrato.

Nel pomeriggio di lunedì 3 dicembre (ore 16.45), quindi, verrà presentata in dettaglio la disciplina dello sci per persone con disabilità motoria, con il Servizio di Terapia Occupazione dell’Ospedale che ospiterà nell’atrio del piano terra gli organizzatori del Freerider Ski Tour 2012-2013 che, come ormai da tradizione, promuovono giornate sulla neve in varie località sciistiche italiane, garantendo alle persone con disabilità la possibilità di avvicinarsi in sicurezza a questa affascinante disciplina.
Saranno presenti all’incontro i pazienti di Montecatone e gli allievi del Corso di Laurea in Fisioterapia della sede di Imola dell’Università di Bologna.

Contestualmente, verrà anche inaugurata la mostra fotografica che documenta l’edizione 2012 di Happy Hand, la manifestazione promossa nel giugno scorso dall’Associazione WTKG (Willy the King Group) di Bologna, e patrocinata anche da Montecatone, che si propone di valorizzare le persone attraverso diverse esperienze sportive, senza alcuno spirito competitivo e soprattutto senza alcuno steccato a separare le persone con disabilità dalla loro comunità di vita.
Da segnalare anche che alla luce del successo ottenuto in giugno in Emilia, Happy Hand è stata replicata successivamente a Ischia, nel recente mese di ottobre. (C.C.)

Per ulteriori informazioni: Claudia Corsolini, corsolini@montecatone.com.

Stampa questo articolo