Il progetto di vita delle persone con disabilità

Ovvero la sfida più grande che la disabilità ponga alla persona, alla famiglia e alla comunità, che per essere vinta deve poter contare sull’aiuto di tutti. Se ne parlerà il 3 dicembre a Manerbio (Brescia), con esperti e rappresentanti istituzionali locali, nel corso di un convegno organizzato dall’Associazione Insieme, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

Persone con diversi tipi di disabilità e di ausili, sul viale di un parco«Ogni persona ha un proprio progetto di vita. Ogni genitore pensa per i propri figli a un progetto di vita. Per molte persone con disabilità, tuttavia, pensare a un proprio progetto di vita e realizzarlo è difficile, a volte impossibile. È comunque la sfida più grande che la disabilità pone alla persona, alla famiglia e a tutta la comunità. Una persona con disabilità, infatti, per realizzare il proprio progetto di vita, necessita dell’aiuto di tutti, della famiglia e della società. Ma su quali servizi e interventi sociali e sanitari può contare? Chi la accompagna e la sostiene nella realizzazione del suo progetto di vita? Come le viene garantito il diritto a una vita autonoma e indipendente?».

Viene presentato così e tenterà di rispondere proprio a quelle domande, il convegno denominato Il progetto di vita delle persone con disabilità. Confrontiamoci e parliamone, organizzato per lunedì 3 dicembre a Manerbio (Brescia) (Piccolo Teatro Memo Bortolozzi, Piazza Cesare Battisti, ore 14), dalla locale Associazione Insieme. Per l’Integrazione Sociale e i Diritti delle Persone Handicappate, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità.
Aperto a cura dell’Associazione organizzatrice, l’incontro potrà poi contare sulla partecipazione di Marco Faini, operatore dell’ANFFAS di Brescia (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) (La Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità), di Maria Carlotta Bragadina, presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito n. 9 (Quali sono i servizi e gli interventi sociali per le persone con disabilità garantiti dal Piano di Zona?), di alcuni Sindaci del medesimo Ambito n. 9 (Cosa fa il suo Comune per le persone con disabilità? Quali problemi e quali proposte?), di Paolo Gualtieri, responsabile del Piano di Zona sempre dell’Ambito n. 9 (I progetti di vita per le persone con disabilità quali prassi operative? Quali procedure? Quali collaborazioni e responsabilità dei soggetti coinvolti?) e di Mariarosaria Venturini dell’Unità Operativa Disabilità dell’ASL di Brescia (La collaborazione interistituzionale nel processo della presa in carico e nella realizzazione del progetto individualizzato). (S.B.)

Per ulteriori informaziopni: assinsieme@libero.it.

Stampa questo articolo