- Superando.it - http://www.superando.it -

Lavoriamo per la formazione e l’informazione accessibile

Ragazzo con disabilità intellettiva a un tavolo, con le mani sopra a un libro«Anche quest’anno ci troviamo a celebrare una Giornata circondati da difficoltà sempre più grandi, ma non cessiamo di lavorare per il rispetto dei diritti umani delle persone con disabilità e ancora una volta auspichiamo che non ci si ricordi delle persone con disabilità solo in questo giorno, ma che si lavori costantemente e con strumenti nuovi e innovativi, così come l’ANFFAS sta facendo, attraverso la promozione dell’informazione e formazione accessibile, per realizzare davvero una società pienamente inclusiva per tutti».
Lo dichiara Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), in occasione del 3 Dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dedicata quest’anno al tema Rimuovere le barriere per creare una società inclusiva ed accessibile per tutti.
E sono parole appropriate, pensando a quante ancora siano le barriere alla partecipazione all’inclusione delle persone con disabilità continuano ad essere moltissime, in tutto il mondo e nel nostro Paese. Si tratta di barriere materiali e anche e soprattutto culturali, barriere che negli ultimi anni, anche a causa della situazione di crisi internazionale, hanno assunto il nome di “vincoli di bilancio”, “carenza di risorse” e così via, ma che sono in realtà principalmente frutto di problemi culturali e di approcci obsoleti e discriminatori al tema della disabilità nelle politiche di molti Paesi, tra cui sicuramente anche l’Italia.

Coerentemente, dunque, con l’obiettivo della Giornata del 3 Dicembre, l’ANFFAS intende riaffermare che fare questo è possibile, a partire dall’abbattimento della più significativa barriera per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale: l’accesso alla formazione ed informazione e la partecipazione attiva a tutti gli ambiti della vita. A tal fine, dal novembre del 2011, l’Associazione è impegnata nel Progetto Pathways II – Creazione di percorsi di apprendimento permanente per adulti con disabilità intellettiva [se ne legga ampiamente su queste stesse pagine, N.d.R.], che vedrà la sua conclusione nel 2013.
Promosso da Inclusion Europe – Associazione Europea di persone con disabilità intellettiva e delle loro famiglie cui l’ANFFAS aderisce – e realizzato con il supporto del Programma per l’Apprendimento Permanente dell’Unione Europea, Pathways II ha l’obiettivo di garantire il diritto alla formazione permanente per gli adulti con disabilità intellettiva e/o relazionale, attraverso l’uso di un linguaggio “facile da leggere e da comprendere” e la realizzazione di formazione accessibile.
Il “linguaggio facile da leggere” è uno strumento fondamentale per consentire reali pari opportunità nella nostra società, poiché si concentra su un aspetto dell’accessibilità ancora poco considerato, quale quello delle informazioni, e si propone di consentire alle persone con disabilità intellettiva di avere accesso – in condizioni di pari opportunità – a tutti gli strumenti informativi, formativi, culturali e di crescita che sono a disposizione di tutti gli altri Cittadini e che invece vengono loro costantemente negati.
Ad oggi l’ANFFAS è l’unica Associazione italiana che partecipa a questo Progetto Europeo, promuovendo la formazione delle persone, anche con disabilità intellettiva, in grado di produrre e controllare l’esattezza di informazioni facili da leggere e da capire. (Roberta Speziale)

Nel sito dell’ANFFAS è stata attivata una sezione dedicata a Pathways II, all’interno della quale sono disponibili le Linee Guida Europee per produrre informazioni facili da leggere e tutto il materiale prodotto nel corso del progetto. Per ulteriori informazioni: comunicazione@anffas.net.