Giusy Versace ambasciatrice dello sport in oratorio

La nota atleta paralimpica, infatti, fondatrice e presidente dell’Associazione Disabili No Limits, è stata scelta dal CSI (Centro Sportivo Italiano), insieme a vari altri personaggi del mondo sportivo, per entrare negli oratori e fornire ai giovani esempi positivi, trasmettendo la propria esperienza e testimoniando come lo sport “sotto il campanile” possa aiutare a crescere

Giusy Versace

Giusy Versace durante una gara

Tra un allenamento e l’altro, in vista della nuova stagione agonistica, l’atleta paralimpica Giusy Versace è sempre più impegnata a testimoniare e a promuovere l’importanza della pratica sportiva tra le persone con disabilità, in particolare attraverso Disabili No Limits, l’Associazione da lei fondata e presieduta.
E un nuovo impegno in tal senso arriva anche dal CSI (Centro Sportivo Italiano), che l’ha scelta come Ambasciatrice dello sport in oratorio, assieme ad altri personaggi, quali il coach della Nazionale di pallavolo maschile Mauro Berruto, il nuotatore Samuel Pizzetti, il libero della Nazionale di pallavolo femminile Paola Cardullo, la voce storica del calcio Bruno Pizzul, l’allenatore di calcio e commentatore TV Emiliano Mondonico e l’icona del canottaggio Antonio Rossi.
Scopo di questo “reclutamento” da parte del CSI è stato quello di individuare campioni in grado di entrare negli oratori e fornire ai giovani esempi positivi, trasmettendo la loro esperienza e testimoniando come lo sport “sotto il campanile” aiuti a crescere.

«Credo molto nell’alleanza sportiva che si crea spesso negli oratori – dichiara Giusy Versace – e il ricordo più bello che ho dell’oratorio che ho frequentato a Reggio Calabria è la voglia di giocare insieme per passione e non per agonismo. Questo tipo di atmosfera aiuta i bambini a confrontarsi e formare il proprio carattere. L’oratorio è oggi il primo posto dove puoi acquisire abilità e competenze in molte pratiche sportive, ma è soprattutto il luogo ideale dove respirare la Fede e l’Amore di Dio. Trovo che sia importante che i bambini crescano in ambienti simili a questo, è un modo per togliere i ragazzi dalle strade e offrire loro un ambiente accogliente e protetto nel quale crescere imparando ad amare lo sport e le sue regole».
La comunicazione di questa iniziativa è supportata anche dalla nuova campagna pubblicitaria sintetizzata dallo slogan Tutto è cominciato qui, che rappresenta appunto i tre cardini della mission del CSI: l’educazione attraverso lo sport, i valori dell’oratorio e l’eccellenza sportiva incarnata dagli Ambasciatori. (M.M.)

Per ulteriori informazioni: manuela.merlo@studioghiretti.it.

Stampa questo articolo