Un premio all’esempio dato dal non profit

Le organizzazioni non profit e gli operatori del settore possono partecipare fino al 21 dicembre alla seconda edizione dell’“Italian Fundraising Award”, premio dedicato ai protagonisti della raccolta fondi, basato su un mezzo semplice ed efficace, come quello dell’esempio, per far conoscere al più vasto pubblico il mondo del non profit e la professione del fundraising

Stefano Zamagni

Stefano Zamagni, autorità indiscussa in àmbito di non profit, è presidente onorario della Giuria dell'”Italian Fundraising Award”

Fino al 21 dicembre, tutte le organizzazioni non profit italiane e gli operatori del settore possono partecipare alla seconda edizione dell’Italian Fundraising Award 2013, premio dedicato ai protagonisti della raccolta fondi, promosso dall’Associazione Festival del Fundraising, da «Vita Magazine» e dall’ASSIF (Associazione Italiana Fundraiser).
«L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è raccogliere le più belle storie del non profit: storie di solidarietà e di generosità, di dedizione e professionalità, storie di eccezionale ispirazione. In tal senso l’Italian Fundraising Award sceglie un mezzo semplice ed efficace, quello dell’esempio, per far conoscere al più vasto pubblico il mondo del non profit e la professione del fundraising».

Dopo il successo della prima edizione, alcune novità sono state introdotte in quella di quest’anno, per rendere il premio un’iniziativa sempre più partecipata e prestigiosa. Oltre alle categorie di Donatore, Volontario e Fundraiser, ne è stata innanzitutto aggiunta una quarta, quella di Corporate Donor, dedicata all’azienda o alla fondazione d’impresa che si sia distinta per avere contribuito alla realizzazione di progetti di utilità sociale, nazionali e internazionali.
Cambiamenti anche nel meccanismo di votazione on-line, riservato ai soci dell’ASSIF e ai partecipanti al Festival del Fundraising, in rappresentanza della categoria professionale e degli operatori del settore. Saranno quindi direttamente i fundraiser a premiare un collega, scelto tra i cinque finalisti indicati dalla Giuria.
Modifiche, infine, anche nella composizione della Giuria: oltre ai prestigiosi membri della prima edizione, infatti, sarà presente anche Marco Panzetti, Fundraiser 2012. La Presidenza della Giuria sarà affidata all’ASSIF, quella onoraria a Stefano Zamagni, docente di Economia Politica all’Università di Bologna e autorità indiscussa nell’àmbito del non profit. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Segreteria Italian Fundraising Award (Paola Pransani), paola.pransani@fundraising.it, Ufficio Stampa (Alessandra Frittelli), alessandra.frittelli@fundraising.it.

Stampa questo articolo