Il bar al buio

Un percorso per riscoprire i sensi abitualmente sottovalutati, è quello proposto per il 16 dicembre a Ercolano (Napoli) dalle locali Rappresentanze dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), nell’àmbito delle iniziative promosse per la Giornata Nazionale del Cieco. Il giorno successivo, poi, è prevista anche l’inaugurazione della nuova sede dell’UICI di Portici e San Giorgio a Cremano

Persone in un bar al buioNel quadro delle varie iniziative promosse in occasione della cinquantaquattresima Giornata Nazionale del Cieco del 13 dicembre, le rappresentanze campane di Ercolano e Portici-San Giorgio a Cremano dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), hanno organizzato per domenica 16 dicembre a Ercolano (Casa Canonica, Corso Italia, 78) Il bar al buio. Alla ricerca dei sensi nascosti, suggestiva esperienza nel mondo dei suoni, dei profumi, dei sapori e delle forme, da vivere rigorosamente al buio.

«Nel corso delle tre visite – spiegano gli organizzatori – ciascuna della durata di un’ora (ore 10, 11 e 12), gli ospiti verranno condotti da volontari non vedenti nel “bar” realizzato in un locale accuratamente oscurato, per iniziare un piacevole percorso attraverso la riscoperta dei sensi abitualmente sottovalutati. Comodamente seduti a un tavolo, gli ospiti stessi potranno divertirsi nell’ascoltare brani musicali, nell’indovinare profumi e sapori intensi e stupirsi nel riconoscere in modo diverso gli oggetti della propria quotidianità».

Da segnalare, tra l’altro, che il giorno successivo, lunedì 17, l’UICI di Portici e San Giorgio a Cremano inaugurerò anche la propria nuova sede (Corso Garibaldi, Villa Savonarola, Portici, ore 17), nel corso di un incontro che sarà anche l’occasione per dibattere le principali problematiche connesse alle minorazioni visive e per illustrare i nuovi servizi offerti dall’Associazione, oltre che per allestire una mostra di materiale tiflotecnico. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Antonella Improta (antonella.improta@alice.it), Mario Mirabile (mariomirabile@alice.it).

Stampa questo articolo