La disabilità e l’ambiente costruito

Se ne parlerà approfonditamente durante un incontro promosso per il 21 dicembre a Udine, dal Club Unesco della città friulana. La parte centrale dell’evento, infatti, sarà dedicata al tema “Come una persona con disabilità può essere integrata nell’ambiente” e sarà curata da due esperte dell’ANFaMiV (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi)

Museo Civico d'Arte di Pordenone

Il Museo Civico d’Arte di Pordenone, del quale si potrà visionare una tavola tattile, durante l’incontro di Udine del 21 dicembre

In occasione di alcune importanti ricorrenze – la Giornata Mondiale per l’Informazione sullo Sviluppo Unesco del 24 ottobre, la Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo Unesco del 10 novembre, la Giornata Internazionale del Volontariato per lo Sviluppo Economico e Sociale del 5 dicembre e anche la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre – il Club Unesco di Udine, membro della Federazione Italiana dei Centri e Club Unesco, ha promosso un incontro per venerdì 21 dicembre, nella città friulana (Sala del Pianoforte,  Palazzo Caiselli bis, Università di Udine, Vicolo Florio, 4, ore 16.30), la cui parte centrale sarà interamente dedicata alla disabilità.

Introdotte infatti da Renata Capria D’Aronco, presidente del Club Unesco di Udine, interverranno, in rappresentanza dell’ANFaMiV (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi), Edda Calligaris, tiflopedagogista, che in tale Associazione è responsabile delle Attività Didattiche ed Educative e Paola Barcarolo, laureata in Architettura, consulente in Ricerca e Sviluppo Progettuale per l’Accessibilità Multisensoriale e il Design for All, oltreché collaboratrice del “Dalt” (Laboratorio Tesi Design for All del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Udine). Tema delle loro relazioni: Come una persona con disabilità può essere integrata nell’ambiente costruito.
Di Diritti Umani, poi, si occuperà Daniele Damele, giornalista, scrittore e componente del Comitato Direttivo del Club Unesco di Udine.

Da segnalare, inoltre, che per l’occasione potrà essere visionato ed esplorato tattilmente un plastico esemplificativo della trasformazione di una struttura museale in museo accessibile a tutti (Progetto di accessibilità fisica e senso-percettiva del Museo Civico d’Arte di Pordenone e relativa Tavola Tattile del Piano Terra) e che gradita ospite della giornata sarà anche Monica Peron, laureata in Conservazione dei Beni Culturali, con una tesi in Didattica Museale per l’Infanzia, esperta in didattica e divulgazione del patrimonio storico-artistico e archeologico e referente per il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, nei progetti di accessibilità per le persone non vedenti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: clubunesco_udine@libero.it.

Stampa questo articolo