Babbo Natale in carrozzina

Proseguendo su un percorso già felicemente avviato da tempo, l’Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo regalerà un Natale “diverso” ad amministratori pubblici, giornalisti e cittadini tutti, offrendo loro, il 22 dicembre a Pescara, la possibilità di una “passeggiata empatica”, bendati o in carrozzina, per le vie del centro storico della città

Logo dell'Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo«L’empatia – spiega Claudio Ferrante, presidente dell’Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo – è il processo che permette di raggiungere una comprensione profonda dell’altro, attraverso la percezione delle sue emozioni. Ed è sulla base di tale convinzione che abbiamo organizzato anche questo evento, durante il quale tutti saranno bendati o fatti sedere in carrozzina, per far capire che cosa significa superare un ostacolo per una persona che non vede o che ha difficoltà a camminare».
È nata così, quindi, l’iniziativa denominata Babbo Natale in carrozzina, ovvero Visione alternativa della città attraverso l’uso di bende e carrozzine per avere una conoscenza reale delle difficoltà che s’incontrano ogni giorno quando non ci si può muovere liberamente, in programma per sabato 22 dicembre in Piazza Salotto a Pescara (ore 9.30-13, 15.30-20), quando cioè verrà offerto a politici, giornalisti e cittadini tutti, un “Natale diverso”, tramite appunto una “passeggiata empatica”, bendati o in carrozzina.

Non è la prima volta che la combattiva Associazione abruzzese organizza eventi analoghi a quello del 22 dicembre. Già in passato, infatti – come abbiamo di volta in volta riferito – sono stati coinvolti amministratori pubblici, studenti delle scuole e lo stesso Arcivescovo di Pescara-Penne.
E il significato profondo di tale strategia viene ulteriormente articolato ancora da Ferrante, che dichiara: «La disabilità è una condizione di salute in un ambiente sfavorevole. Ne consegue che ogni individuo, date le proprie condizioni di salute, può trovarsi in un ambiente con caratteristiche che possono limitare o restringere le sue capacità funzionali e di partecipazione sociale, condizionata, quest’ultima, dal comportamento di ogni cittadino “distratto” che, pur non sempre volendolo, erige delle vere e proprie barriere architettoniche e culturali, rendendo la vita difficile a molte persone con disabilità».

Solidarietà a Babbo Natale in carrozzina è stata espressa dalla Questura di Pescara, con il questore Paolo Passamonti che interverrà personalmente a salutare gli organizzatori. Hanno poi tra gli altri aderito e garantito la propria partecipazione il presidente della Regione Abruzzo Giovanni Chiodi, il presidente del Consiglio Regionale Nazario Pagano, gli assessori regionali Giandonato Morra e Angelo Di Paolo, i consiglieri regionali Marinella Sclocco, Nicoletta Verì, Antonio Prospero e Ricardo Chiavaroli, il presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa e l’assessore provinciale Valter Cozzi, il vicesindaco di Pescara Berardino Fiorilli e l’assessore comunale Guido Cerolini, il sindaco e l’assessore comunale di Montesilvano Attilio Di Mattia e Anthony Aliano e la Società Pescara Calcio. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: carrozzinedeterminate@hotmail.it.

Stampa questo articolo