Verso un sistema di protezione giuridica

Dopo avere lavorato alla diffusione e al consolidamento dell’amministrazione di sostegno, sul proprio territorio, ora le componenti di Milano del progetto regionale lombardo Ads ritengono necessario confrontarsi con le Istituzioni, per avviare, in questo àmbito, un vero e proprio sistema organico. In tal senso hanno organizzato un convegno nel capoluogo lombardo per il 23 gennaio

Persona con disabilità intellettiva insieme a un giovane amministratore di sostegnoCi occupiamo spesso, nel nostro giornale, del Progetto AdS (Amministratore di Sostegno – l’attenzione alla persona), iniziativa promossa nel 2009 in Lombardia dalla Fondazione Cariplo, dal Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato e dal Comitato di Gestione del Fondo Speciale Regionale per il Volontariato – in partnership con la LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), con l’Associazione Oltre noi… la vita e con la Regione – per sostenere la diffusione e il consolidamento dell’amministrazione di sostegno, l’istituto introdotto dalla Legge 6/04, che con la sua flessibilità ha segnato realmente una svolta, superando le assai più rigide forme dell’inabilitazione e dell’interdizione.
In tale àmbito, i tre progetti locali realizzati nel territorio della Provincia di Milano si chiamano Insieme a sostegno (ASL Milano), Passo dopo passo, al tuo fianco (ASL Provincia Milano 1) e Insieme si fa (ASL Provincia Milano 2), entità che hanno promosso per mercoledì 23 gennaio a Milano (Auditorium Giorgio Gaber, palazzo Pirelli, Piazza Duca d’Aosta, 3, ore 9-16), il convegno denominato Verso il sistema per la protezione giuridica delle persone fragili: esperienze e prospettive.

«Obiettivo delle numerose attività promosse dai tre progetti della Provincia di Milano – spiegano gli organizzatori dell’incontro – sono finora state la diffusione e il consolidamento dell’istituto dell’amministrazione di sostegno, per garantire la protezione giuridica di tutte le persone fragili, riconoscendone il diritto giuridico ad essere rappresentate. Lo sviluppo delle competenze del tessuto sociale, combinato con interventi di animazione territoriale e formazione, hanno consentito in tal senso di individuare, sostenere e impegnare il Terzo Settore sul tema della protezione giuridica, ponendolo in grado di interagire con le famiglie e le istituzioni territoriali, in un’ottica di sussidiarietà. Con l’iniziativa del 23 gennaio, ci poniamo ora l’obiettivo di un confronto con i livelli istituzionali, per proseguire il dialogo già avviato e definire le linee di futuro, nella consapevolezza che fare sistema risponde a obiettivi di efficacia ed efficienza e garantisce l’azione di prossimità necessaria a una risposta individualizzata».

Al momento, hanno già confermato la propria partecipazione al convegno la Regione Lombardia, il Tribunale di Milano, i Comuni di Milano e Pioltello, gli Uffici di Protezione Giuridica delle ASL di Milano, Milano 1 e Milano 2 e il Progetto InnovaGiustizia della Fondazione IRSO (Istituto di Ricerca Intervento sui Sistemi Organizzativi).
Per l’occasione è in programma anche un’interessante tavola rotonda con vari Giudici Tutelari, che si confronteranno su potenzialità e criticità dell’applicazione della Legge 6/04 nel territorio di cui si parla. (S.B.)

Per ulteriori informazioni:
info@oltrenoilavita.it, insiemeasostegno.mi@progettoads.net
passodopopasso.mi1@progettoads.net, insiemesifa.mi2@progettoads.net

Stampa questo articolo