Il diritto alla partecipazione sportiva

È stato questo il tema al centro del Consiglio Provinciale Staordinario di Bologna del 3 dicembre scorso, bella iniziativa promossa nell’ambito della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che ha previsto anche la premiazione di numerosi atleti olimpici e paralimpici, partecipanti ai Giochi di Londra

Bologna, 3 dicembre 2012, premiazione di Nicolò Bensi alla Provincia di Bologna

Il nuotatore paralimpico Nicolò Bensi viene premiato da Beatrice Draghetti, presidente della Provincia di Bologna

Nell’ambito delle varie iniziative tradizionalmente organizzate dalla Provincia di Bologna, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, l’evento centrale – come avevamo riferito anche sul nostro giornale – è stato certamente il Consiglio Provinciale Straordinario del 3 dicembre, interamente dedicato al diritto alla partecipazione sportiva, «una scelta – come ha sottolineato per l’occasione Beatrice Draghetti, presidente della Provincia felsinea – dettata dalla felice occasione rappresentata dalle Olimpiadi e dalle Paralimpiadi di Londra, che hanno permesso a tutti di conoscere più da vicino anche lo sport paralimpico e le imprese agonistiche di molti atleti con disabilità».

Dopo i saluti, quindi, della stessa Draghetti e del presidente del Consiglio Provinciale Stefano Caliandro, sono intervenuti Melissa Milani, in rappresentanza dei tecnici del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), Alvise De Vidi, atleta paralimpico, medaglia d’argento a Londra 2012, Davide Scazzieri, atleta paralimpico, Alberto Mazzanti, presidente dell’Associazione Italiana Baseball per Ciechi e Alessandra Basile, madre della giovane atleta ipovedente Camilla Bagatta.
La mattinata si è conclusa con la premiazione di alcuni atleti paralimpici e olimpici, presenti a Londra 2012, ai quali l’assessore provinciale allo Sport Marco Pondrelli ha consegnato un vaso di ceramica personalizzato. Si è trattato, per le Paralimpiadi, di Nicolò Bensi Stefania Chiarioni (nuoto) e del già citato Davide Scazzieri (tennis tavolo), per le Olimpiadi, invece, di Rosario La Mastra e Lorenzo Povegliano (atletica leggera), Pietro Camporesi, Stefano CipressiNicolò Ferrari (canoa), Aleksandra Cotti (pallanuto),  Aldo MontanoLuigi Samele (scherma). Un premio speciale, infine, è andato anche ad Alvise De Vidi. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: stampa@provincia.bologna.it.

Stampa questo articolo