Mondiali di Sci Nordico: un “evento aperto”

La grande manifestazione sportiva, in programma dal 20 febbraio al 3 marzo in Val di Fiemme (Trento), ha ottenuto infatti l’“Open Event”, marchio di qualità in materia di accessibilità, e promuoverà numerosi interventi e azioni al servizio degli ospiti con disabilità, da un numero verde informativo ai biglietti gratuiti, dai trasporti ai parcheggi, fino alla possibilità di provare vari sport in prima persona

Stadio del Fondo (Lago di Tesero) dei Mondiali di Sci Nordico, Val di Fiemme, 2013

Un’immagine dello Stadio del Fondo, dove dal 20 febbraio al 3 marzo si svolgeranno i Campionati Mondiali di Sci Nordico in Val di Fiemme (Trento)

1991, 2003 e ora 2013, dal 20 febbraio al 3 marzo prossimi: per la terza volta, i Campionati del Mondo di Sci Nordico approderanno in Val di Fiemme, in Trentino, e in questo caso – come spiegano con orgoglio gli organizzatori – si tratterà della «prima manifestazione a ottenere l’Open Event, marchio di qualità in materia di accessibilità, promosso e sviluppato dall’Accademia della Montagna del Trentino, tramite il quale si intende garantire a tutti la possibilità di partecipare allo spettacolo delle gare e di immergersi nell’atmosfera della manifestazione, all’insegna di un progetto inclusivo, profondamente coerente con la storia e la cultura della nostra Valle, che si articolerà in numerosi interventi e azioni al servizio dell’ospite con disabilità».

Un numero verde, quindi, sarà attivo durante i giorni della manifestazione (800 174521) e ad esso le persone con disabilità e i loro accompagnatori potranno rivolgersi per ogni tipo di esigenza ed emergenza. Per quanto poi riguarda la visione delle gare, una serie di posti sono stati riservati alle persone con disabilità, che entreranno gratuitamente (con il 50% o più di invalidità), così come, in alcune aree, anche i loro accompagnatori.
E ancora, quindici parcheggi auto riservati presso lo Stadio del Fondo (Lago di Tesero) e altrettanti allo lo Stadio del Salto (Predazzo), oltre a un servizio di trasporto con mezzi attrezzati, tra le varie sedi di gara e anche da aeroporti e stazioni ferroviarie. Infine, i locali adibiti alla ristorazione privi di barriere.
Ma non è tutto: infatti, durante l’evento, le persone con disabilità avranno anche la possibilità di provare lo sport in prima persona, grazie alla preziosa collaborazione dell’Associazione SportAbili di Predazzo, tramite la quale potranno prenotare diverse attività (sci alpino, sci di fondo ecc.).
«Un progetto sicuramente ambizioso – sottolineano ancora gli organizzatori – e una sfida molto stimolante che, per essere vinta, coinvolgerà i diversi settori e le aree funzionali dell’evento».

Da segnalare, in conclusione, che alle varie iniziative collabora anche la Cooperativa HandiCREA (Handicap Ricerca e Attività), Sportello Handicap per la Provincia di Trento (S.B.).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@fiemme2013.com e anche info@handicrea.it. Per i biglietti: ticket@fiemme2013.com. Per provare lo sport in prima persona: info@sportabili.org.

Stampa questo articolo