Diverso da chi?

Si chiama così il progetto rivolto a tutte le scuole a livello nazionale, che punta a una «nuova cultura del rispetto» e che verrà presentato il 30 gennaio a Milano. L’obiettivo dell’iniziativa – cui collaborano anche numerose associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie – è sostanzialmente quello di sensibilizzare il mondo della scuola ai diritti delle persone con disabilità

Immagine del manifesto del Progetto "Diverso da chi?"

L’immagine scelta per il manifesto del Progetto “Diverso da chi?”

Sostenuto dall’ Associazione Culturale Controscena, dal Comune di Milano e dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, con il patrocinio della Regione Lombardia e dell’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale di Milano, verrà presentato mercoledì 30 gennaio a Milano (Palazzo Morando, Via Sant’Andrea, ore 11.30), Diverso da chi? Per una nuova cultura del rispetto, progetto voluto con l’obiettivo di sensibilizzare il mondo della scuola, a livello nazionale, sui diritti delle persone con disabilità.
All’iniziativa collaborano anche numerose associazioni, tra le quali quelle della LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

Aperta da Eva Schwarzwald e Mario Nuzzo, coordinatori del progetto, la presentazione prevede poi la partecipazione di Debora Virello, responsabile dei Laboratori Teatrali Quelli di Grock, Rebecca Zanuso, ricercatrice senior, Stefano Boeri, assessore alla Cultura, alla Moda e al Design del Comune di Milano e Teo Monzani, consigliere della Fondazione Banca del Monte di Lombardia. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti. ufficiostampa@scrittoio.net, pressoffice@scrittoio.net.

Stampa questo articolo