- Superando.it - http://www.superando.it -

Alcuni punti fermi sul lavoro delle persone con disabilità

Giovane donna con disabilità intellettiva lavora in un supermercatoGià fattosi notare nei giorni scorsi per il messaggio rivolto al futuro Presidente del Lazio – ripreso integralmente anche dal nostro giornale – il FORUM – Disabilità-Formazione-Lavoro, promosso nel 2012 a Roma dall’Opera don Calabria e dalla Comunità di Capodarco, conta già sull’adesione di una quarantina tra associazioni, enti, rappresentanze sindacali e professionisti del settore sociale e sanitario, tutti preoccupati per il continuo ridursi delle opportunità di inclusione sociale per le persone con disabilità, ma al tempo stesso fortemente determinati a ricercare nuove strade, per proporre progetti efficaci e favorire l’inclusione lavorativa, «perché – come è stato scritto – non siano né la crisi, né i soli meccanismi del mercato a decidere le opportunità lavorative delle persone con disabilità».

In tale percorso rientra ora l’incontro organizzato per mercoledì 6 febbraio (Opera Don Calabria, Via Soria, 13, Roma, ore 9.-30-13) e interamente dedicato al lavoro, su temi quali i futuri tirocini delle persone con disabilità, il rapporto tra la riforma del lavoro varata nel 2012 (meglio nota come “Legge Fornero”) e la Legge 68/99, che regolamenta il diritto al lavoro dei disabili, oltre alle possibili iniziative per arrivare a una piena applicazione di quest’ultima norma.
«Sentenze della Corte Costituzionale – scrivono i promotori dell’incontro -, Circolari dell’INPS sul calcolo dei redditi per le pensioni, tirocini sospesi, Legge 68/99 che fatica ad essere applicata… Insomma, disagio più incertezze e ancora disagio. Il FORUM – Disabilità-Formazione-Lavoro vuole essere in prima linea, per potere almeno fare chiarezza e definire qualche punto fermo e irrinunciabile».

Ad animare la mattinata del 6 febbraio, interverranno Nina Daita e Silvia Stefanovichj, responsabili nazionali dell’Ufficio Disabilità, rispettivamente di CGIL e CISL, Augusto Battaglia, promotore della Legge 68/99 e Dino Barlam, presidente della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento sdell’Handicap). (S.B.)

Ringraziamo Sandro Paramatti per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni: direzione@operadoncalabria.it, info@capodarco.it.