Dieci anni tra solidarietà e innovazione

Sono quelli che il 4 febbraio festeggerà a Milano la Fondazione Vodafone Italia, che ha investito nel sociale ben 65 milioni di euro, finanziando circa 370 diversi progetti e che intende continuare su questa strada, aprendo per altro anche un nuovo corso, caratterizzato da un sempre maggior uso della tecnologia al servizio del sociale

Disegno che rappresenta alcuni settori di impegno del volontariatoLunedì 4 febbraio a Milano – con l’intervento, tra gli altri, dei ministri Francesco Profumo e Andrea Riccardi, di Graziano Delrio, presidente nazionale dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e di Paolo Bertoluzzo, responsabile dell’Ufficio Esecutivo di Vodafone Italia e Sud Europa – la Fondazione Vodafone celebrerà il proprio decennale, fatto di oltre 65 milioni di euro investiti nel sociale, per circa 370 progetti.
In tale occasione, verrà presentato il libro Progettare il futuro. 10 anni tra solidarietà e innovazione, curato da Emanuele Trevi, con le testimonianze di vari rappresentanti del mondo istituzionale e culturale, il cui scopo è quello di raccontare i primi dieci anni di attività della Fondazione attraverso il racconto di alcuni progetti sostenuti, al tempo stesso aprendo la strada a un nuovo corso, caratterizzato da un sempre maggior uso della tecnologia al servizio del sociale.
Verrà inoltre presentato in anteprima il film-documentario UP, realizzato da Massimo Coppola e dedicato a quattro specifici progetti finanziati a Catania, Napoli, Milano e Roma.

Tra le varie iniziative di questi ultimi anni – oltre al progetto sull’accessibilità EasyWay, sviluppato con il supporto della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e candidato anche al Premio “WWW” del «Sole 24 Ore» – merita certamente una segnalazione Ricarica Insieme, raccolta fondi che ha coinvolto tutti i clienti di Vodafone Italia, attraverso una ricarica creata ad hoc e che ha consentito di racimolare ben 5 milioni di euro in un anno, interamente devoluti a undici organizzazioni, vale a dire la Lega del Filo d’Oro (sede di Modena), l’Aistmar-Associazione Italiana per la Salute e la Tutela della maternità ad Alto Rischio (Milano), la LIFE-Lega Italiana Fibrosi Cistica (Roma), Una Breccia nel Muro (Roma), Progetto Alice-Associazione per la Lotta alla Sindrome Emolitico Uremica (Monza e Brianza), Sostegno 70 insieme ai Ragazzi Diabetici (Milano), Progetto Itaca (Milano, Roma, Asti, Palermo, Firenze), Fondazione Theodora (Milano), Soccorso Rosa Azzurro (Napoli), NuovArmonia (Roma) e Un sogno per il Gaslini (Genova).
Le somme raccolte nella seconda edizione, infine, verranno devolute a tre realtà attive nell’ambito della cura dei minori, vale a dire TraCCIa (Trattamenti Cognitivo Comportamentali Integrati per l’Autismo), AGD Italia (Associazioni Italiane Giovani Diabetici), e Casa OZ, che offre un sostegno ed una “casa” ai bambini malati e alle loro famiglie. (P.S.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: paolascarsi@libero.it.

Stampa questo articolo