Nuove tecnologie per il monitoraggio della riabilitazione

Sono i nuovi pacchetti software realizzati dalla Società Xsens, basati su nuovi sistemi a sensori, che includono protocolli clinici validati e sviluppati presso il Centro Protesi INAIL, e che grazie a un monitoraggio sempre più raffinato dell’iter riabilitativo, potranno consentire ulteriori evoluzioni nella produzione di protesi degli arti superiori e inferiori

Monitoraggio della riabilitazione

Monitoraggio della riabilitazione, grazie alle tecnologie realizzate da Xsens

Fornitore globale leader di prodotti per il rilevamento del movimento 3D, in questi anni Xsens – la cui “sede-madre” è nei Paesi Bassi – ha messo a disposizione le proprie tecnologie – in settori come l’animazione di personaggi 3D, la riabilitazione, la scienza dello sport, la stabilizzazione di robot e telecamere -, a “giganti” quali la Walt Disney, Sony Pictures, Image Works, Daimler e Saab, per citarne solo alcuni.

Recentemente, la Società ha annunciato l’uscita di due pacchetti software per l’analisi degli arti superiori e inferiori, basati su un nuovo sistema a sensori completamente wireless (“senza cavi”). Si tratta di Shoulder Monitor e di Gait Monitor i quali includono protocolli clinici sviluppati e validati presso il Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio (Bologna), partner italiano di Xsens.
I due nuovi pacchetti software sono stati sviluppati per importanti istituti di ricerca, ospedali e cliniche, per produttori di dispositivi medici e per enti assicurativi. Tra i primi utilizzatori vi è la nota azienda Ottobock, leader mondiale nel mercato protesico, il cui manager nel settore delle protesi di arto superiore, Janos Kalmar, ha dichiarato: «Siamo produttori di protesi di altissimo livello, e ora adoperiamo questa nuova tecnologia per documentare il valore dei nostri prodotti ad ospedali, enti assicurativi e naturalmente, fatto ancor più importante, all’utente finale».

In sostanza Shoulder Monitor e Gait Monitor permettono una rapida e semplice analisi cinematica dell’arto superiore e inferiore e rientrano nella visione globale di Xsens, di fornire un rapido accesso alla creazione di accurati sistemi ambulatoriali per l’analisi del movimento 3D. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: pietro.garofalo@xsens.com.

Stampa questo articolo