La FIWH trova casa

Una sala polivalente, l’ufficio di presidenza, un “luogo della memoria” e un campo da gioco costituiranno la sede stabile della Federazione Italiana Wheelchair Hockey (hockey in carrozzina elettrica), grazie alla disponibilità del Comune di Basiglio (Milano), che ha inserito l’iniziativa all’interno di un ampio progetto di “Città dello Sport”

Nazionale Italiana di wheelchair hockey

Alcuni componenti della Nazionale Italiana di wheelchair hockey

«Che uno sport di nicchia come il nostro abbia ottenuto una “casa”, un luogo stabile a disposizione dei Soci, è un fatto importante che contribuisce al nostro percorso di strutturazione interna»: sono parole di Antonio Spinelli, presidente della FIWH, dopo l’annuncio che la Federazione Italiana Wheelchair Hockey (hockey in carrozzina elettrica) potrà finalmente contare su una propria sede stabile, a Basiglio (Milano), costituita da una sala polivalente, dall’ufficio di presidenza, dalla hall of fame – vale a dire il “luogo della memoria”, dove esporre gli oggetti e le immagini che hanno sin qui fatto la storia di questa disciplina nel nostro Paese – e naturalmente da un campo da gioco.
Lo spazio è stato assegnato dal Consiglio Comunale della cittadina lombarda, che ha accolto in tal senso una richiesta formale del presidente della FIWH, all’interno del più ampio progetto della Città dello Sport.
Tale complesso sportivo sarà pronto entro i prossimi cinque anni, nell’ambito del vincolo alla realizzazione di opere di utilità pubblica per conto del Comune, da parte di privati che realizzano i piani di edificazione previsti dal Piano di Governo del Territorio. (B.P.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@fiwh.org.

Stampa questo articolo