Lo spettro autistico e la scuola

Mettere in evidenza le migliori strategie educative e scolastiche che possono maggiormente supportare la giovane persona con autismo nel suo percorso: è questo l’obiettivo del seminario in programma per il 7 marzo a Belluno, a cura dell’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), che rientra in un ciclo di incontri organizzati sul territorio regionale, già a partire dallo scorso anno

Bimbo con autismo insieme a una donna adultaL’incontro in programma per giovedì 7 marzo a Belluno (Aula Magna dell’ITC Calvi, Via Concetto Marchesi, 73, ore 14-18.30), denominato Lo spettro autistico e la scuola, è organizzato dall’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), con la collaborazione dell’ANGSA Nazionale, della Direzione Didattica Pierina Boranga (Primo Circolo di Belluno), del Centro Territoriale per l’Integrazione/Area Disabilità e della Neuropsichiatria Infantile dell’ULSS n. 1.

«Per il ragazzo autistico – spiegano i promotori dell’iniziativa – l’àmbito scolastico, inteso come il periodo dalla diagnosi alle superiori, diventa particolarmente rilevante in quanto rappresenta una fase importante della sua vita per molteplici motivi: infatti, è ritenuto comunemente il periodo più “recettivo” e quindi dove è più efficace fare accettare le indicazioni comportamentali e dove si riesce a “stimolare” maggiormente la “socialità” e l’adozione di comportamenti atti all’indipendenza. Inoltre, il tempo passato a scuola è molto e pertanto se ben impiegato e strutturato, in accordo con le metodiche adottate nell’ambito familiare, esso può dare dei risultati insperati. Per tutti questi motivi, pertanto, sono questi gli anni sui quali è opportuno intervenire con maggior perseveranza con la terapia riabilitativa».
Scopo principale del seminario bellunese è quindi quello di mettere in evidenza le migliori strategie educative e scolastiche che possano maggiormente supportare la giovane persona con autismo nel suo percorso.

L’incontro rientra in una serie di appuntamenti sul territorio – alcuni dei quali già realizzati nel 2012, mentre il prossimo, su tematiche analoghe, sarà a Rovigo il 21 marzo – organizzati dall’ANGSA Veneto per far conoscere gli aspetti della vita delle persone con autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo e i trattamenti che fanno riferimento alla Linea Guida dell’Istituto Superiore di Sanità, Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: angsaveneto@libero.it.

Stampa questo articolo