La donna, il lavoro, la disabilità

Si chiama così la tavola rotonda in programma a Verona per il 9 marzo, organizzata dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune scaligero – nell’àmbito delle iniziative inserite nel ciclo “Ottomarzo. Femminile Plurale” – in collaborazione con il GALM (Gruppo di Animazione Lesionati Midollari). Vi parteciperà, tra gli altri, anche la Consigliera Nazionale di Parità

Donna in carrozzina al lavoro al computerÈ organizzata dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Verona – nell’àmbito delle iniziative inserite nel ciclo Ottomarzo. Femminile Plurale – in collaborazione con il GALM (Gruppo di Animazione Lesionati Midollari), aderente alla FAIP (Federazione delle Associazioni Italiane di Para-Tetraplegici, la tavola rotonda intitolata La donna, il lavoro, la disabilità, in programma sabato 9 marzo nella città scaligera (Buvette del Palazzo della Gran Guardia, ore 16).

Aperto dai saluti di Anna Leso, assessore comunale alle Pari Opportunità, Antonia Pavesi, consigliere comunale, Gabriele De Rossi, presidente del GALM e Gabriella Fermanti del Gruppo Donne GALM, l’incontro – moderato da Alessandra Galetto, redattrice del quotidiano «L’Arena» – prevede gli interventi di Francesca Martinelli, assistente sociale dell’Ospedale Sacro Cuore di Negrar (Verona) (Il quadro normativo di riferimento), Antonia De Vita dell’Università di Verona (Donne in cambiamento nel lavoro che cambia), Alessandra Servidori, Consigliera Nazionale di Parità (Il rischio della doppia discriminazione), Franca Consorte, psicologa (La Donna e le sue fragilità), Franco Crosara del GALM (Ricerca McKinsey), Roberta Girelli, presidente della locale Consulta delle Associazioni Femminili (La donna nel Commercio, nel Turismo e nei Servizi), Alice Laita dell’AIED (Associazione Italiana per l’Educazione Demografica) (Giovani donne e lavoro. Analisi delle problematiche), Nicoletta Ferrari dell’Università di Verona (Telelavoro e contatti atipici: nuove opportunità e difficili flessibilità per le donne disabili) e la già citata Gabriella Fermanti (La donna protagonista nella casa, nella famiglia e… nel lavoro?). (S.B.)

Ringraziamo Simona Lancioni per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni: info@galm.it.

Stampa questo articolo