Nomine di buon auspicio per “i più deboli”

«Due figure che generano fiducia e speranza, poiché da tempo portatrici di un bagaglio di impegno verso il sociale, l’integrazione e i Cittadini più deboli. Un buon auspicio per tutti coloro che da sempre operano in tali settori e che sperano di vedere maggiore attenzione su queste tematiche»: così l’ANFFAS accoglie la nomina di Laura Boldrini e Pietro Grasso a Presidenti della Camera e del Senato

Roberto Speziale

Il presidente dell’ANFFAS Roberto Speziale

Anche l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) ha accolto «con vivo entusiasmo» le nomine di Laura Boldrini e Pietro Grasso a Presidenti della Camera e del Senato, «entrambe figure – come si legge in una nota dell’Associazione – che generano fiducia e speranza, poiché da tempo portatori di un bagaglio di impegno verso il sociale, l’integrazione e i Cittadini più deboli, confrontandosi con temi forti come la lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata, elementi che costituiscono un buon auspicio per tutti coloro che da sempre operano in tali settori e che sperano di vedere maggiore attenzione su queste tematiche».

La soddisfazione dell’ANFFAS, si legge ancora nel comunicato, fa anche riferimento al fatto «che la presidente Boldrini è parte del gruppo dei deputati del SEL, uno dei partiti che hanno compiutamente riscontrato il Manifesto lanciato nei mesi scorsi dalla nostra Associazione, impegnandosi per i tredici punti contenuti in esso, e che il presidente Grasso è socio onorario dell’ANFFAS, avendo da lungo tempo dimostrato attenzione, sensibilità e impegno nei confronti della nostra Associazione e delle persone con disabilità che essa rappresenta». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: comunicazione@anffas.net.

Stampa questo articolo