Per l’inserimento lavorativo delle persone con autismo

Lavora per questo obiettivo il Progetto “SWANS” (Sustainable Work for Autism Networking Support), iniziativa promossa dalla Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno-Medio Tevere, finanziata dalla Commissione Europea e coordinata dall’AUSL 2 di Perugia, i cui risultati verranno presentati il 22 marzo, durante una conferenza nel capoluogo umbro

Foto in bianco e nero di persona adulta con autismoSi chiama SWANS (Sustainable Work for Autism Networking Support), è promosso dalla Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno-Medio Tevere ed è uno dei quattro progetti (su cinquantatré presentati) finanziati dalla Direzione Generale Giustizia della Commissione Europea, nel quadro del Bando Progetti sull’impiego di persone con disordini dello spettro autistico, compreso nel Programma Progress.
Il coordinamento scientifico è affidato all’AUSL 2 di Perugia, con il supporto di due esperti di valutazione delle attitudini dei soggetti autistici e con la partecipazione del personale di sostegno da parte del Consorzio Auriga, coadiuvato da una psicologa.
Nell’iniziativa sono coinvolte imprese ed enti pubblici dell’Umbria, quali àmbiti di inserimento lavorativo, adeguatamente valutati e selezionati in base alle caratteristiche delle persone da inserire. Un ulteriore considerevole supporto scientifico al progetto viene fornito da esperti di livello internazionale, quali Patricia Howlin del King’s College di Londra, Theo Peeters e Hilde De Clercq dell’Opleiding Centrum Autisme di Anversa, con il compito, tra l’altro, di fornire una base formativa ai tutor incaricati del sostegno alle persone con autismo, durante il loro periodo di inserimento al lavoro.

La conferenza finale sui risultati del progetto e sulla valutazione delle opportunità di inserimento al lavoro delle persone con autismo, è ora in programma per venerdì 22 marzo a Perugia (Sala dei Notari, Piazza IV Novembre, ore 9), con la partecipazione di esperti internazionali, addetti ai servizi sociali, famiglie, giornalisti e pubblico. (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione il Centro per l’Autonomia Umbro.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Louis Montagnoli, coordinatore generale del Progetto SWANS, lmontagnoli@cmtrasimeno.it.

Stampa questo articolo