Grandi emozioni con il Giro di Handbike a Cuneo

Una rodata macchina organizzativa e quasi centodieci atleti con disabilità, che con il loro spessore agonistico e il grande contributo umano, hanno regalato al folto pubblico di Cuneo un mix di emozioni indimenticabili. È stata tutto questo la tappa piemontese del quarto Giro d’Italia di Handbike, che dà appuntamento per il 1° giugno a San Pellegrino Terme (Bergamo)

Partenza della tappa di Cuneo del Giro d'Italia di Handbike 2013

Una bella immagine della partenza della tappa di Cuneo del Giro d’Italia di Handbike 2013 (foto di D.M. Guida)

La prima vittoria nella seconda tappa del Giro d’Italia Handbike 2013, disputatasi il 27 aprile a Cuneo, va certamente alla macchina organizzativa messa in piedi dall’Associazione Polisportiva PASSO (Promozione Attività Sportiva Senza Ostacoli), patrocinata dalla Regione Piemonte, con la collaborazione del Comune di Cuneo e uno sponsor d’eccezione come la Michelin.
Ma naturalmente la vittoria più grande è stata dei quasi centodieci atleti con disabilità – tra i quali anche rappresentanti dalla Spagna, dalla Francia e dalla Svizzera, oltre agli Azzurri Vittorio Podestà, Francesca Fenocchio e Mauro Cratassa – che con la loro partecipazione sportiva e il grande contributo umano hanno regalato al pubblico cuneese un mix di emozioni indimenticabili.

Per quanto riguarda poi il risultato agonistico, la classifica assoluta di tappa ha visto primeggiare Vittorio Podestà, mentre le maglie rosa, dopo la seconda tappa del Giro, sono le seguenti, divise nelle varie categorie. Per gli uomini: Luca Cremonesi (MH1.1), Paolo Baroncini (MH1.2), Saverio Di Bari (MH2), Mauro Cratassa (MH3) e Fabrizio Caselli (Mh4); per le donne Monica Borelli (WH1), Rita Cucurru (WH2) e Romina Modena (WH3).
Appuntamento, quindi, per la terza tappa, in programma il 1° giugno a San Pellegrino Terme (Bergamo). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Roberta Ceppi (roberta.ceppi@innovaction11.com).

Stampa questo articolo