Il suono dei colori

Un edificio essenziale e rigoroso, come quello dove ha sede l’Istituto dei Sordi di Torino, che cambierà letteralmente volto, il 9 maggio, grazie al progetto di arte partecipata, denominato “The Sound of Colours – Il suono dei colori”, a cura del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli-Museo d’Arte Contemporanea, in collaborazione con manager, semiologi, linguisti e naturalmente persone sorde

"The Color of Sound" (© Ryan Taylor Photography)

“The Color of Sound” (© Ryan Taylor Photography)

Nella primavera del 2012 è stato avviato un Cantiere dell’Arte all’Ospedale Sant’Anna di Torino, grazie al Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli-Museo di Arte Contemporanea, in collaborazione con la Fondazione Medicina a Misura di Donna, ed è anche alla luce degli ottimi risultati ottenuti da quell’esperienza che l’Istituto dei Sordi di Torino ha proposto di avviare un’iniziativa analoga, presso la propria storica sede di Via San Pancrazio a Pianezza, sempre insieme al Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli-Museo di Arte Contemporanea e a UniManagement, il centro di UniCredit dedicato allo sviluppo della leadership dei manager di tale gruppo.

The Sound of Colours Il suono dei colori: questo il titolo dell’evento culminante del nuovo Cantiere dell’Arte, in programma per giovedì 9 maggio, dalle 10 alle 16, quando «i diversi ambienti dell’Istituto dei Sordi di Torino – come spiegano i promotori -, edificio essenziale e rigoroso, di matrice religiosa, cambieranno volto grazie ai wall painting [“pitture murali”, N.d.R.] del progetto, a cura del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, in collaborazione con manager, semiologi, linguisti e naturalmente persone sorde. Un progetto paradigmatico ed esportabile, anche attraverso il contributo di Artissima [la Fiera Internazionale dell’Arte Contemporanea di Torino, N.d.R.], che ha donato le borse delle passate edizioni, che saranno personalizzate nel laboratorio condotto dai sordi e diffuse nei ventidue Paesi di origine dei partecipanti alla giornata».
Saranno infatti ben cento i manager Unicredit da tutto il mondo che lavoreranno a fianco delle persone dell’Istituto dei Sordi, coordinati dagli esperti del Castello di Rivoli, per dare nuova vita e nuovi significati ad alcune zone del vasto edificio che ospita la struttura. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: istitutodeisordiditorino@gmail.com.

Stampa questo articolo