Roberta Amadeo torna alla Presidenza dell’AISM

«Servono adesione e coesione, lavoro di squadra e professionalità, consapevolezza che il mondo libero dalla sclerosi multipla è sempre più vicino e che in questo nuovo triennio continueremo a spingere sull’acceleratore». Sono parole di Roberta Amadeo, figura assai nota anche nel mondo dello sport, tornata alla Presidenza dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), dopo esserlo già stata dal 2007 al 2010

Consiglio Direttivo AISM 2013

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’AISM. Al centro Roberta Amadeo, tornata alla Presidenza

«Riconfermare la scelta di stare alla guida dell’AISM è qualcosa di più di una semplice adesione: è partecipazione, convinzione, fiducia, credo. Nonostante tutto. Nonostante la crisi e le difficoltà che, come avviene per la sclerosi multipla, vanno superate con la grinta e il coraggio di chi si sa riscoprire e reinventare con creatività ed efficacia». Sono le prime parole di Roberta Amadeo, dopo l’elezione alla Presidenza dell’AISM (Associazione Sclerosi Multipla), che aveva già guidato dal 2007 al 2010. «Quella della nostra Associazione – ha aggiunto – è una storia lunga quarantacinque anni, che sta a dimostrare come, con la motivazione giusta, si possa influenzare il cambiamento. Oggi più che mai, del resto, servono adesione e coesione, lavoro di squadra e professionalità, consapevolezza che il mondo libero dalla sclerosi multipla è sempre più vicino e che in questo nuovo triennio continueremo a spingere sull’acceleratore».

Volontaria dell’AISM dal 1993 (Sezione di Como), presidente della Conferenza delle Persone con Sclerosi Multipla (ora sostituita in tale carica da Angelina Antonietta Martino), Amadeo – che succede ad Agostino D’Ercole – ha ricevuto la diagnosi di sclerosi multipla a 22 anni e da allora si è sempre battuta per una vita oltre tale malattia. Architetto e amante dei viaggi, è figura nota anche nel mondo dello sport, giacché dopo avere praticato in gioventù lo judo a livello agonistico, da qualche anno si è avvicinata all’handbike, laureandosi campionessa italiana e aggiudicandosi anche la maglia rosa al Giro d’Italia di tale disciplina. architetto e le piace molto viaggiare.

Da ricordare infine che il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione comprende anche Maria Grazia Anzalone (Catania), Arturo Asti (Savona), Adolfo Balma (Bologna), Gabriele Cadelli (Pordenone), Francesco Calabrese (Potenza), Deborah Chillemi (Messina), Agostino D’Ercole (Siena), Alessandra Ferrini (Modena), Achille Foggetti (Lecce), Angelina Antonietta Martino (Vibo Valentia), Vittorio Morganti (Pescara), Maria Teresa Paciotti (Como), Anna Paola Paolini (l’Aquila) e Anna Tonelli (Alessandria).
Sono stati infine nominati anche i consiglieri di amministrazione della FISM – la Fondazione che agisce a fianco dell’AISM, per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla – Mario Alberto Battaglia, che ne è anche il Presidente, Agostino D’Ercole e Lucia Palmisano. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Barbara Erba (barbaraerba@gmail.com).

Stampa questo articolo