In ricordo di un pioniere della progettazione accessibile

Ovvero di Paolo De Rocco, architetto scomparso nel 2012, che anticipò i paradigmi attuali dell’accessibilità, al quale sarà dedicata la tavola rotonda di Udine del 22 maggio, denominata “Architettura e Design for All. Oltre l’abbattimento delle barriere architettoniche”, durante la quale verrà anche presentato il Laboratorio “dalt” dell’Università di Udine, dedicato anch’esso a De Rocco

Paolo De Rocco

L’architetto Paolo De Rocco, nel cui ricordo si terrà la tavola rotonda del 22 maggio a Udine

Curata da Christina Conti, ricercatrice in Tecnologia dell’Architettura e responsabile del progetto scientifico “dalt” (Laboratorio Tesi Design for All del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Udine), si terrà mercoledì 22 maggio a Udine (Aula 50 del Polo Scientifico-Tecnologico dei Rizzi dell’Ateneo locale, ore 15), la tavola rotonda denominata Architettura e Design for All. Oltre l’abbattimento delle barriere architettoniche, voluta per ricordare Paolo De Rocco, vero pioniere della progettazione accessibile, prematuramente scomparso nel 2012 [se ne legga ampiamente nel nostro giornale, N.d.R.] e presentare il citato Laboratorio di Didattica e Ricerca “dalt”, allo stesso De Rocco dedicato.

Pioniere – come detto – della progettazione accessibile, Paolo De Rocco ebbe un ruolo attivo nell’evoluzione disciplinare, anticipando i paradigmi attuali dell’accessibilità.
Capace progettista, coniugò – con grande impegno culturale, etico e sociale – la professione con la ricerca e la didattica. Già nel 1983, in collaborazione con la Regione, coordinò una serie di iniziative didattiche per l’allora Istituto di Urbanistica e Pianificazione della Facoltà di Ingegneria di Udine, consapevole dell’importanza di formare studenti capaci di progettare beni, spazi e servizi adeguati e rispondenti ai bisogni delle persone, anche quelli meno evidenti. Quella stessa consapevolezza che contraddistingue oggi la formazione tecnologica degli studenti di Architettura, per i quali vengono programmate annualmente, nel relativo Corso all’Università di Udine, molteplici iniziative sull’accessibilità, organizzate in sinergia con il Corso di Trieste, promosse dalla Consulta Regionale delle Associazioni delle Persone Disabili (CRAD) e con la partecipazione di vari Istituti che operano sul territorio tra cui, in particolare, il CRIBA FVG (Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche).

Alla tavola rotonda del 22 maggio, interverranno, per l’Università di Udine, il presidente del Corso di Studi in Architettura Mauro Bertagnin e la dottoranda collaboratrice del “dalt” Paola Barcarolo; per l’Università di Trieste, invece, Ilaria Garofolo e per la Consulta Regionale delle Associazioni, il presidente Vincenzo Zoccano. Saranno inoltre presenti Maria Costanza Del Fabro, Leris Fantini, Stefano Zanut ed Ernestina Tam, tutte figure che, a diverso titolo, hanno condiviso le esperienze professionali di Paolo De Rocco e il suo impegno per la crescita etica e sociale del territorio. (CRIBA FVG)

È disponibile il programma completo della tavola rotonda. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: criba@criba-fvg.it.

Stampa questo articolo