La stimolante “anomalia” del Festival “DDT”

Ove “DDT” sta per “Diversi Teatri della Diversità” e anche per “Diversi Dirompenti Teatri”, ovvero il Festival promosso a Imola (Bologna) dall’Associazione ExtraVagantis, che per la sua quarta edizione si sposterà anche a Sasso Marconi. I contenuti e il calendario della rassegna verranno presentati il 22 maggio, durante una conferenza stampa presso la Provincia di Bologna

Rappresentazione di ExtraVagantis-Nuova Associazione Teatro Integrato

Una rappresentazione curata da ExtraVagantis-Nuova Associazione Teatro Integrato

«DDT si pone orgogliosamente come festival “anomalo”, poiché prevale la parte performativa, di elaborazione e di creazione in loco, rispetto alle proposte di fruizione, agli spettacoli ospiti. DDT è luogo di incontro e scambio non soltanto tra teatranti (e non soltanto tra teatranti del territorio), ma tra le arti. Sensibile alle idee di Cambiamento, DDT promuove nuove visioni e un nuovo immaginario».
Lo si legge nella pagina Facebook di ExtraVagantis-Nuova Associazione Teatro Integrato, organizzazione bolognese che, con la direzione artistica di Marina Mazzolani, organizza appunto il Festival DDT Diversi Teatri della Diversità/Diversi Dirompenti Teatri, la cui quarta edizione è in programma dal 24 maggio al 2 giugno a Imola e a Sasso Marconi, città, quest’ultima, che verrà per la prima volta coinvolta nell’iniziativa.
Il Festival si avvale della collaborazione dell’Assessorato alla Cultura-Teatro Comunale di Imola, del Comune di Sasso Marconi e della Provincia di Bologna, oltreché del contributo di alcuni sponsor.

I contenuti e il calendario della rassegna (a partecipazione gratuita) verranno illustrati mercoledì 22 maggio a Bologna (Sala Rossa di Palazzo Malvezzi, Via Zamboni, 13, ore 12.30), nel corso di una conferenza stampa cui interverranno Anna Del Mugnaio della Provincia di Bologna, dirigente del Servizio Politiche Sociali e per la Salute e dirigente dell’Istituzione G.F. Minguzzi, la già citata Marina Mazzolani, Adriano Dallea, assessore alla Cultura del Comune di Sasso Marconi e Pina Piccolo del Movimento 100Thousand Poets for Change di Bologna. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@provincia.bologna.it.

Stampa questo articolo