Giacimenti generativi. Il volontariato che muove

Si chiama così la Conferenza Annuale di CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato, in programma a Lecce, da venerdì 24 a domenica 26 maggio. Alla base delle riflessioni che coinvolgeranno più di duecento rappresentati dei settantacinque Centri di Servizio per il Volontariato, soci di CSVnet, provenienti da tutta Italia, vi sarà il rapporto tra cambiamento e sviluppo

Stefano Tabò

Stefano Tabò, presidente del CSVnet

Giacimenti generativi. Il volontariato che muove sarà il titolo della Conferenza Annuale di CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato, in programma a Lecce (Hilton Garden Inn, Via Cosimo de Giorgi, 67), da venerdì 24 a domenica 26 maggio.
Dopo l’Emilia Romagna nel 2012, quindi, la Conferenza – realizzata ogni anno in una diversa Regione – sarà questa volta ospitata dalla Puglia, grazie alla collaborazione con CSVPugliaNet (Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato Pugliesi) e con il Centro Servizi Volontariato Salento di Lecce.

Il rapporto tra cambiamento e sviluppo sarà alla base delle riflessioni che coinvolgeranno più di duecento rappresentati dei settantacinque Centri di Servizio per il Volontariato (CSV), soci di CSVnet, provenienti da tutta Italia. «In questo periodo di crisi complessiva – sottolinea Stefano Tabò, presidente di CSVnet – ci consideriamo, all’interno dell’articolato sistema del volontariato, una risorsa preziosa per il nostro Paese. Per questo, a Lecce, intendiamo valorizzare le migliori buone prassi realizzate dai CSV per lo sviluppo del volontariato e ci confronteremo soprattutto sui valori che ispirano la nostra azione e le conseguenti prospettive operative».
Nel dettaglio del programma, ampio spazio verrà dato alle dinamiche infra-associative, per rafforzare la collaborazione e acquisire nuove metodologie che producano risultati tangibili. La Conferenza, che potrà tra l’altro contare sulla presenza del ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Massimo Bray, sarà inoltre la cornice più adeguata per un confronto con gli interlocutori autorevoli del mondo istituzionale, della ricerca e del Terzo Settore.
«La Puglia – dichiara Luigi Russo, presidente di CSVPugliaNet – è orgogliosa di accogliere tutti i CSV d’Italia. In questa Regione, infatti, che geograficamente e culturalmente è una “terra ponte”, stiamo sperimentando il consolidamento della rete sistemica CSV/Volontariato/Terzo Settore in stretta collaborazione con le Istituzioni. Siamo convinti che solo in questo confronto/collaborazione stia il nostro futuro, che richiede, anche a noi, qualità degli interventi e dell’organizzazione, efficienza, legalità e capacità di interpretare i tempi e i processi che stiamo vivendo».

I lavori, come detto, inizieranno venerdì 24 (ore 15), con i saluti istituzionali di Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, di Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, di Paolo Perrone, sindaco di Lecce e del già citato Luigi Russo.
La Conferenza entrerà poi nel vivo con la relazione di apertura di Stefano Tabò, seguita dall’avvio dei gruppi di lavoro tematici (Promozione; Progettazione Sociale; Ricerca, Documentazione e Banca Dati; Formazione; Accompagnamento e Consulenza; Informazione e Comunicazione; Servizi Logistici e Interni; Reti e Animazione Territoriale). Successivamente è previsto il seminario dedicato ai rappresentanti del volontariato nei Comitati di Gestione e la presentazione pubblica del Bando Reti 2013 della Fondazione CON il Sud, con la partecipazione del presidente di essa, Carlo Borgomeo.
Sabato 25, poi, apriranno i lavori le relazioni di Nereo Zamaro, dirigente del Servizio Coordinamento e Sviluppo del Sistema Statistico Nazionale (Istat) e del direttore di CSVnet Roberto Museo. Quindi una tavola rotonda, condotta da Francesca Danese, vicepresidente di CSVnet, che vedrà la partecipazione di Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, Emma Cavallaro, presidente della ConVol (Conferenza Permanente delle Associazioni Federazioni e Reti di Volontariato), Silvia Conforti, rappresentante dei volontari del Servizio Civile Nazionale, Massimo Giusti, presidente della Commissione Volontariato CSV, Servizi alla Persona dell’ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio), Eva Hambach, presidente dell’European Volunteer Centre, Edoardo Patriarca, presidente dell’IID (Istituto Italiano della Donazione) e del Centro Nazionale per il Volontariato e Stefano Tabò.
Domenica 26, infine, a chiudere la tre giorni, l’Assemblea dei Soci di CSVnet, preceduta dalle conclusioni del presidente Tabò e dalla restituzione del lavoro dei gruppi tematici.
È prevista, come accennato, anche la presenza del ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Massimo Bray e dell’assessore al Welfare e alla Salute della Regione Puglia Elena Gentile. (Clara Capponi)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@csvnet.it.

Stampa questo articolo