Le prospettive della sottotitolazione per persone sorde

Se ne parlerà il 23 maggio a Roma, durante un seminario presso l’Istituto Statale per Sordi della Capitale, appuntamento durante il quale verrà anche presentato un corso di alta formazione, sempre dedicato alla sottotitolazione, in programma per l’anno 2013-2014, nato per soddisfare la richiesta di una maggiore accessibilità in tutti i settori culturali e che punta ad avere figure professionali preparate sulla materia

Monitor con sottotitolazione in tempo reale

Un monitor con sottotitolazione in tempo reale

Sarà interamente dedicato alla sottotitolazione per persone sorde, l’incontro conclusivo del ciclo di seminari Tecnologie e qualità della vita, presso l’Istituto Statale per Sordi di Roma. In particolare, tale appuntamento – denominato Sottotitolazione per sordi. Prospettive future, in programma per giovedì 23 maggio (Via Nomentana, 54/56, ore 16.30) – ruoterà intorno alla presentazione di un corso di alta formazione sulla materia, promosso per l’anno 2013-2014 dal Servizio Mediavisuale dell’Istituto Statale per Sordi di Roma, in collaborazione con l’Associazione CulturAbile, da tempo impegnata su tali problematiche.
«L’iniziativa – spiega in tal senso Vera Arma, presidente di CulturAbile – è nata dalla necessità di soddisfare la richiesta, in aumento negli ultimi anni, di maggiori servizi per l’accessibilità in tutti i settori culturali – dal cinema, al teatro, ai convegni, agli eventi sportivi e religiosi, al web – e si pone come obiettivo la formazione di figure professionali nel campo della sottotitolazione in tempo reale (respeaking) e off-line, con un focus sull’accessibilità per le persone sorde. È prevista inoltre anche l’attivazione di stage presso alcune delle principali società, imprese e associazioni che lavorano nel campo della sottotitolazione e dell’accessibilità dell’audiovisivo».

Al seminario del 23 maggio (ingresso gratuito), interverranno, oltre alla già citata Vera Arma, Ivano Spano, commissario straordinario dell’Istituto Statale per Sordi di Roma, Luca Bianchi, coordinatore del Servizio Mediavisuale e Irene Frosi dell’Università di Bologna. Sono stati inoltre invitati a partecipare anche Antonio Cotura, presidente della FIADDA (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), Giuseppe Petrucci e Giuseppe Corsini, rispettivamente presidente e Consigliere dell’ENS (Ente Nazionale dei Sordi) e Giovanni Ragone, direttore di DigiLab, Centro Interdipartimentale di Ricerca e Servizi dell’Università La Sapienza di Roma. (S.B.)

Durante l’incontro sarà garantito il servizio di interpretariato italiano-LIS e viceversa. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: mediavisuale@issr.it.

Stampa questo articolo