Disabilità: diritto di cittadinanza in Sicilia

Questo il titolo dell’incontro organizzato per il 31 maggio a Vittoria (Ragusa) dal Mo.V.I.S. (Movimento Vita Indipendente Sicilia), giovane ONLUS che si batte per i diritti delle persone con disabilità, guardando in particolare all’abbattimento delle barriere, al lavoro, alla riabilitazione, al diritto alle cure e all’approvazione anche nell’Isola di una legge per la Vita Indipendente

Giovane in carrozzina spinto in salita da un assistenteVita Indipendente, riabilitazione, barriere architettoniche e servizi sociosanitari: questi i temi al centro dell’incontro denominato Disabilità: diritto di cittadinanza in Sicilia, promosso per venerdì 31 maggio a Vittoria, in provincia di Ragusa (Chiostro del Convento dei Frati Minori, ore 18), dal Mo.V.I.S. (Movimento Vita Indipendente Sicilia), con il patrocinio del Comune locale e dell’Azienda Sanitaria Provinciale.
«Con questa iniziativa – spiegano gli organizzatori – ci poniamo l’obiettivo di far nascere un confronto diretto con i responsabili delle aziende pubbliche, che parteciperanno insieme ad alcuni importanti esponenti politici, oltreché con le associazioni che si occupano di disabilità e con la comunità cittadina che, sul tema del diritto all’integrazione sociale, riveste un ruolo fondamentale».

Nato recentemente, con sede proprio a Vittoria, il MoVIS è un’associazione che si batte per i diritti delle persone con disabilità, guardando in particolare all’abbattimento delle barriere architettoniche, all’inserimento lavorativo e all’approvazione anche in Sicilia di una legge per la Vita Indipendente, passando per la riabilitazione e il diritto alle cure.
Da segnalare anche che la prima delle due sessioni in cui sarà diviso l’incontro – concluso da un rinfresco offerto da un’azienda sensibile ai temi della disabilità – verrà moderato dal vicepresidente dell’Associazione Parent Project, Luca Genovese, che collabora attivamente con la Mo.V.I.S. (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione l’Ufficio Stampa dell’Associazione Parent Project.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: movisicilia@gmail.com.

Stampa questo articolo