E questa volta toccherà al pub essere al buio!

Dopo tante “cene al buio”, infatti, organizzate dall’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), ove il riconoscimento degli odori e dei sapori si unisce all’impegno dei camerieri non vedenti, per far comprendere le problematiche della disabilità visiva, il 30 maggio a San Giorgio a Cremano (Napoli), verrà proposta un’esperienza di “pub al buio”

Scorcio di locale con luci oscurate e una candela accesaCi siamo già volte occupati, nel nostro giornale, delle “cene al buio”, ovvero di quegli eventi culturali che da qualche tempo, in tutta Europa, ottengono grande successo, coniugando solidarietà ed enogastronomia, in un interessante “gioco” di riconoscimento degli odori e dei sapori, dove anche l’incontro con l’altro avviene attraverso un approccio nuovo e sorprendente.
Numerose di tali iniziative sono state organizzate in Italia dall’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), che questa volta – per la prima volta a San Giorgio a Cremano (Napoli) – proporrà un’esperienza di “pub al buio”.

Ciò avverrà giovedì 30 maggio, al Pub Amsterdam (Via Martiri della Libertà, 10, ore 20.30), dove «nella sala completamente oscurata – come spiegano gli organizzatori -, in compagnia di commensali sconosciuti, con i quali ci si troverà a condividere impressioni, emozioni e anche difficoltà, alcuni camerieri non vedenti accompagneranno gli ospiti in un particolare viaggio nel gusto per quella che sicuramente sarà una serata diversa da tutte le altre! Durante infatti la degustazione di cibi e bevande, preparati dagli chef dell’Amsterdam, i camerieri non vedenti cercheranno di far comprendere la disabilità visiva attraverso giochi, racconti, aneddoti e un intrattenimento che farà diventare gli ospiti i veri protagonisti della serata».

L’evento – come detto – è promosso dall’UICI locale – al sostegno delle cui iniziative andrà il ricavato finale – con il patrocinio dell’Assessorato per le Pari Opportunità e le Politiche Giovanili del Comune di San Giorgio a Cremano e con il contributo di alcuni sponsor locali. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Mario Mirabile (mariomirabile@alice.it).

Stampa questo articolo