E anche Alice e Pollicino ringraziano

Alice, infatti, non avrà più incertezze sul percorso da seguire e Pollicino continuerà a valorizzare tutte le sue risorse personali: due belle immagini letterarie, per raccontare il percorso rivolto all’inclusione reale di tutti gli alunni – compresi quelli con disabilità – da parte del Secondo Circolo Didattico di Crema (Cremona), un percorso che per quest’anno si concluderà il 1° giugno, con una giornata di festa

Pollicino

Si ispira anche alla storia di Pollicino, che «trovò di nuovo la via di casa, valorizzando le proprie risorse personali fino all’inverosimile», il percorso di inclusione intrapreso dal Secondo Circolo Didattico di Crema

Da tempo particolarmente impegnato per l’inclusione degli alunni con disabilità, il Secondo Circolo Didattico di Crema (Cremona), ha promosso anche quest’anno una serie di iniziative, in àmbito di ippoterapia, pet therapy, musicoterapia e acquaticità, per alcuni alunni, in collaborazione con agenzie, enti e associazioni del proprio territorio. Il percorso si concluderà sabato 1° giugno, incentrandosi in particolare sulla Camminata per l’Inclusione Oggi corro anch’io!!!, ma non solo.
Ben volentieri, dunque, cediamo la parola a Pietro Bacecchi, dirigente scolastico di tale Circolo Didattico, per approfondire le esperienze avviate.

Alice: «Quale via dovrei prendere?». Gatto: «Dipende dove vuoi andare». Alice: «Ma io non so dove andare». Gatto: «Allora non importa quale via prendere». L’importanza della meta, ecco ciò che vuole sottolineare Lewis Carroll nelle sue celebri storie di Alice nel Paese delle Meraviglie. Autonomia, infatti, significa proprio organizzare un percorso sapendo dove andare, trovando il proprio ubi consistam e marciando verso un punto d’arrivo per un’eventuale ripartenza. Questo per tutti, anche per i bambini stranieri, anche per i bambini difficili, anche per i bambini con disabilità. Nonostante gli smarrimenti, malgrado le possibili regressioni, a dispetto di chi non crede che si possa credere contro ogni speranza.

Pollicino si è perso nel bosco, avrebbe potuto disperarsi e scegliere la strada della rinuncia. Ha trovato invece di nuovo la via di casa, valorizzando le proprie risorse personali fino all’inverosimile.
Noi, al Secondo Circolo Didattico di Crema, vogliamo che sia così per tutti e per ciascuno, perché il No child left  behind (“Non uno di meno”) della pedagogia americana non sia solo una bella utopia da incorniciare, ma il riscontro fattuale del nostro sforzo giornaliero.
Ecco quindi la Due giorni dell’Integrazione a tema, che ogni anno promuoviamo in una settimana dedicata: quest’anno si è svolta dal 18 al 22 febbraio, centrata sul tema della conquista dell’autonomia e della ricerca della propria via. Il fil rouge, lo sfondo integratore, è arrivato proprio dalla storia di Pollicino, che vive in pratica in ogni bambino che cresce. Su questa fiaba, alunni e insegnanti hanno lavorato, leggendone il testo in versione ordinaria e in quella da noi autoprodotta, in collaborazione con la direttrice della Biblioteca di Crema Francesca Moruzzi; utilizzando quindi la Comunicazione Aumentativa Alternativa, hanno elaborato scritti e disegni, organizzato giochi didattici, visto film e seguito i più svariati tracciati progettuali.
La proposta cinematografica principale è stata Rosso come il cielo di Cristiano Bortone, favola moderna ispirata alla storia vera di Mirco Mencacci, non vedente, grande tecnico del suono del cinema italiano.

L’approdo finale di tali iniziative sarà ora costituito dalla terza edizione della Camminata Oggi corro anch’io!!!, una marcia non competitiva organizzata per i quartieri di Ombriano e Sabbioni, in sinergia con tutte le Istituzioni Scolastiche del territorio, la Croce Rossa e il Gruppo Podistico, iniziativa aperta alle associazioni che si occupano di disabilità e ai loro ragazzi, all’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), ai Pantelù, alle scuole di musica che collaborano con noi, agli operatori del Centro di Riabilitazione Equestre, all’Associazione No Limits e allo Spazio Autismo di Bergamo, con un raduno finale al Podere di Ombrianello, dove ci sarà una mostra di tutto quanto prodotto nella Due giorni.
Appuntamento a tutti, quindi, all’intera città per il 1° giugno, per una festa globale all’insegna dell’inclusione e della condivisione partecipata. E probabilmente vi interverrà anche Alice, che potrà finalmente interloquire con il Gatto senza più equivoci. Saprà dove andare, non avrà più incertezze sulla via da seguire e capirà di trovarsi in un luogo dove nessuno è escluso, dove non capita di perdersi.
È la filosofia dell’accoglienza quella del Secondo Circolo: porre indicatori di direzione che allontanino dal bosco o individuino precisi sentieri al suo interno. E Pollicino ci ringraziò.

Dirigente scolastico del Secondo Circolo Didattico di Crema (Cremona).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: direzione@secondocircolocrema.it.

Stampa questo articolo