Disabilità e trasporti: il punto della situazione

Un’ampia ricognizione su tale importante tematica verrà fatta il 7 giugno a Verona, durante un convegno in cui verranno presi in considerazione i vari aspetti della questione, dando anche spazio al punto di vista dei cittadini e delle associazioni e partendo dall’esame delle più recenti normative italiane ed europee in materia

Realizzazione grafica con quattro immagini dedicate ad aerei, treni, autobus e a una persona in carrozzina«Negli ultimi decenni – scrivono gli organizzatori del convegno di Verona, intitolato Disabilità e trasporti, in programma nella città scaligera per venerdì 7 giugno (Sala Convegni del Palazzo della Gran Guardia, Piazza Brà, 7, ore 14) – è diventata un’esperienza comune viaggiare con ogni mezzo di trasporto. L’Europa e l’Italia hanno stabilito una serie di diritti volti a favorire gli spostamenti a tutte le persone, indipendentemente da problematiche di età, disabilità o mobilità ridotta».

Promosso dalla Sezione di Verona del CIFI (Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani) e dalla Circoscrizione del Veneto del CAFI (Collegio Amministrativo Ferroviario Italiano), presso la Direzione Territoriale Produzione Verona di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), insieme al Comune della città scaligera (Servizi Sociali e Famiglia) e in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia, l’incontro sarà introdotto e moderato da Giovanni Saccà del CIFI.
Quindi, dopo i saluti istituzionali di Anna Leso, assessore ai Servizi Sociali e alla Famiglia del Comune di Verona e di Fabio Venturi, vicepresidente della Provincia di Verona, apriranno i lavori Giorgio Botti, preside del CIFi di Verona, Ilaria Segala, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Verona e provincia e Alessandro Bonforti, presidente del CAFI.
Sono poi previsti gli interventi di Giovanni Sciallis dell’ANSF (Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria) (Disabilità e trasporti: normativa nazionale ed europea); Simona Cristofari dei Servizi alla Clientela della Società RFI (Rete Ferroviaria Italiana) (L’organizzazione di RFI S.p.A.: la Carta dei Servizi, le Sale Blu e lo Station Manager); Leopoldo Niro di Trenitalia S.p.A., Vendita Diretta e Customer Service Le Frecce Nord Est (Implementazione del Regolamento Europeo per “Le Frecce”), Luigi Legnani, amministratore delegato di TRENORD S.r.l. Milano (Accessibilità al Servizio Ferroviario Regionale); Renato Mazzoncini, amministratore delegato di Busitalia – Sita Nord S.r.l. (L’assistenza alla clientela disabile sui servizi di linea); Maurizio Pangrazi di ATV S.r.l. Verona (Il progetto «Smile line»); Michele Adami e Alberto Carli dell’Aeroporto Valerio Catullo di Verona (L’assistenza alla clientela disabile a terra e in volo); Fabio Fornasini, direttore del Centro di Servizio per il Volontariato di Verona e Roberta Mancini, vicepresidente della Consulta Handicap di Verona (Il punto di vista dei clienti e delle associazioni).
Dopo il dibattito conclusivo, la chiusura sarà affidata al già citato Giorgio Botti del CIFI. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Elena Vicentini (el.vicentini@rfi.it).

Stampa questo articolo