Sento l’aria

La sordità raccontata attraverso la storia di tre persone che, nonostante i loro problemi di udito, hanno saputo costruire un progetto di vita piena e indipendente: è centrato su questo il docufilm “Sento l’aria” di Mirko Locatelli, che verrà presentato il 14 giugno a Milano, iniziativa voluta dalla Provincia di Milano e dall’Azienda Linear

Particolare del manifesto di "Sento l'aria" di Mirko Locatelli«I problemi di udito sono molto diffusi, ma la società ne è poco consapevole. Saperne di più vuol dire rapportarsi meglio a chi non sente bene e sviluppare una maggiore attenzione al tema».
Lo dichiarano i rappresentanti dell’Ufficio Tutela Diritti dei Disabili della Provincia di Milano e quelli dell’Azienda Linear (Apparecchi Acustici), che hanno promosso in tal senso la realizzazione di Sento l’aria, docufilm diretto da Mirko Locatelli, per Officina Film, ove viene raccontata la sordità attraverso le storie di tre persone, in altrettanti, diversi periodi della vita: una ragazza da poco laureata in Economia Aziendale, un professionista del mondo della comunicazione e un musicista, già primo violino della Scala. Una realizzazione, quindi, centrata sulla vita quotidiana, sugli ostacoli e le relazioni di tre persone che, nonostante i loro problemi di udito, hanno saputo costruire un progetto di vita piena e indipendente.

Sento l’aria verrà presentato venerdì 14 giugno a Milano (Sala degli Affreschi di Palazzo Isimbardi, Corso Monforte, 35, ore 17.30), con l’intervento – oltre che del già citato regista Mirko Locatelli – di Massimo Pagani, assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Milano, di Matteo Racca, direttore di Linear Milano, di Giuditta Tarantelli, sceneggiatrice, e di Maurizio Trezzi dell’Osservatorio Nazionale Comunicazione sulla Disabilità della Fondazione IULM di Milano (Libera Università di Lingue e Comunicazioni). Modererà l’incontro il giornalista Claudio Arrigoni. (S.B.)

L’evento potrà contare sia sul servizio di sottotitolazione che su quello di LIS (Lingua Italiana dei Segni). Per ulteriori informazioni e approfondimenti: dirittidisabili@provincia.milano.it.

Stampa questo articolo