Tutti sott’acqua, alla ricerca degli “Albenghini d’Oro”

Sono quelli messi a disposizione dal Comune di Albenga (Savona) e che potranno essere trovati il 29 giugno, nei fondali dell’Isola Gallinara, dai subacquei – numerosi dei quali con disabilità – che parteciperanno alla “Seconda Caccia al Tesoro Subacquea”, aperta a tutti, organizzata da HSA Italia, l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili

Disegno di forziere in fondo al mareDopo il successo ottenuto nel settembre dello scorso anno (si legga anche nel nostro giornale la presentazione di quell’iniziativa), HSA Italia (Handicapped Scuba Association International), l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili, “rilancerà” sabato 29 giugno, organizzando la Seconda Caccia al Tesoro Subacquea, aperta a tutti, disabili e non, sempre nei fondali dell’area marina dell’Isola Gallinara, presso Albenga (Savona), zona di forte attrattiva sia per i sub neofiti che per quelli esperti, con grande ricchezza di flora, fauna, relitti e reperti archeologici. A collaborare con l’Associazione nell’iniziativa, il Comune di Albenga, il Centro Subacqueo Idea Blu e la Scuola Subacquea Laudense.

«Sarà una gara particolare e affascinante – spiegano i promotori – alla ricerca di un “tesoro sommerso”, ovvero un antico baule contenente gli Albenghini d’Oro, messi a disposizione dal Comune di Albenga. L’iniziativa, oltre ad essere una sana competizione sportiva, intende poi lanciare segnali importanti e significativi al pubblico in genere, anche per lo sviluppo di nuove accessibilità e al tempo stesso evidenzierà anche in questa occasione il valore del patrimonio dei nostri mari e della tutela da riservare all’ambiente in genere».

Alla manifestazione, aperta a tutti, saranno pertanto presenti anche numerosi subacquei con disabilità di HSA, che si immergeranno con i loro compagni d’immersione, sfruttando così la bella occasione di divertirsi in sicurezza, un uno scenario marino di grande bellezza. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@hsaitalia.it.

Stampa questo articolo