Gli SLAleoni arrivano a Caserta

Vengono infatti chiamati anche così, i componenti del Comitato 16 Novembre (Associazione Malati SLA e Malattie Altamente Invalidanti), che si ritroveranno il 13 e il 14 luglio nella città campana, per un raduno nazionale centrato innanzitutto sul convegno denominato “La gestione dell’ammalato di SLA in Regione Campania”, ma anche su momenti conviviali e di turismo

Logo degli SLAleoni

Sono noti anche come “SLAleoni” i componenti del Comitato 16 Novembre ONLUS

Il 16 novembre 2010 a Roma – come raccontammo anche nel nostro giornale – un gruppo di persone malate per lo più di SLA  (sclerosi laterale amiotrofica), organizzò un presidio davanti al Ministero dell’Economia, in difesa della propria dignità e del diritto alla salute.
Nacque allora il Comitato 16 Novembre – divenuto all’inizio del 2012 anche Associazione Malati SLA e Malattie Altamente Invalidanti – individuando nel riconoscimento dell’assegno di cura e della figura del familiare caregiver (“assistente di cura”) i propri principali obiettivi, e attuando poi, anno dopo anno, una serie di determinate e incisive iniziative che l’hanno portato anche a dialogare di volta in volta con le massime Istituzioni nazionali.

Noti anche con il significativo nomignolo di “SLAleoni”, i componenti di questa combattiva organizzazione si ritroveranno nel prossimo fine settimana a Caserta, per un raduno nazionale di due giorni, centrato innanzitutto, sabato 13 (Biblioteca del Vescovado, ore 17), sul convegno denominato La gestione dell’ammalato di SLA in Regione Campania, ma anche su momenti conviviali e di turismo. Domenica 14, infatti, è prevista la visita alla Reggia di Caserta e alla cena conclusiva parteciperà amichevolmente anche il noto musicista Fausto Mesolella, “colonna” della Piccola Orchestra Avion Travel. (S.B.)

È disponibile il programma completo del raduno di Caserta degli “SLAleoni” e del convegno del 13 luglio. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Raffaele Pennacchio (referente per la Campania del Comitato 16 Novembre), raffaele.pennacchio@tin.it.

Stampa questo articolo