Per diffondere la Vita Indipendente in Puglia

Sono mesi di presentazioni per il Progetto “Qualify-Care Puglia”, tramite il quale si vogliono finanziare e avviare sperimentalmente, in tale Regione, una serie di Progetti di Vita Indipendente, rivolti alle persone con grave disabilità. Il prossimo incontro è in programma per il 29 agosto a Cerignola (Foggia)

Donna in carrozzina fotografata di spalle con le braccia spalancateLa principale attività del Progetto Qualify-Care Puglia – avviato grazie a un fondo congiunto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione Puglia – sarà il finanziamento e l’avvio sperimentale dei Progetti di Vita Indipendente (PRO.V.I.), allo scopo di favorire, per la prima volta in tale Regione, la possibilità di autodeterminarsi, per una persona con grave disabilità, e di prendere autonomamente decisioni riguardanti la propria vita.

L’iniziativa – di cui si è già parlato in questi mesi in altre località della Puglia – verrà ora presentata giovedì 29 agosto (ore 17.30), presso la Sala Consiliare del Comune di Cerignola (Foggia), durante un incontro cui interverranno Elena Gentile, assessore regionale alle Politiche Sociali e alla Sanità, Annamaria Candela, dirigente dei Servizi Sociali della Regione Puglia, Paolo Tanese, presidente dell’ESCOOP (Cooperativa Sociale Europea), Michele Bellosguardo, responsabile operativo del CERCAT (Centro Regionale di Esposizione, Ricerca e Consulenza sugli Ausili Tecnici) e Simone Marinelli, coordinatore per la Puglia di ENIL Italia (European Network on Independent Living). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: marinellisimone@gmail.com.

Stampa questo articolo