Lo sport per migliorare la qualità della vita

Un’occasione per ripensare allo sport dedicato alle persone con lesione al midollo spinale e spina bifida, inteso sia come strumento terapeutico, sia come semplice attività fisica e ludica, grazie alla quale potenziare le capacità residue e migliorare l’equilibrio psicofisico generale per una migliore qualità della vita. Sarà questo, il 14 settembre a Milano, la seconda “Festa dello Sport”, presso l’Unità Spinale dell’Ospedale Niguarda

Realizzazione grafiche con atleti disabili impegnati in varie discipline sportiveOrganizzata dall’Associazione Unità Spinale (AUS) Niguarda di Milano, in collaborazione con l’ASBIN (Associazione Spina Bifida e Idrocefalo Niguarda), si terrà sabato 14 settembre la seconda Festa dello Sport, presso l’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano (Piazza Ospedale Maggiore, 3, ore 11), iniziativa che vuole essere un’occasione per ripensare allo sport dedicato alle persone con lesione al midollo spinale e spina bifida, inteso sia come strumento terapeutico, sia come semplice attività fisica e ludica, grazie alla quale potenziare le capacità residue e migliorare l’equilibrio psicofisico generale per una migliore qualità della vita.

Come afferma Giovanna Oliva, Presidente di AUS Niguarda, «in questi anni la nostra Associazione ha promosso sempre più l’offerta di attività sportive rivolte alle persone con lesione midollare, con la convinzione che lo sport sia parte integrante del percorso riabilitativo, per raggiungere autonomia e indipendenza nella vita quotidiana. Uno strumento spesso determinante per riacquisire un’identità sociale attraverso una partecipazione più attiva alla vita e a tutte le opportunità che essa può offrire. E il primo passo per entrare in questo percorso virtuoso è appunto l’Avviamento allo Sport, grazie al quale le persone con lesione midollare, ancora ricoverate, possono sperimentare un’attività sportiva, per poi decidere di proseguirne la pratica, una volta dimesse, in completa autonomia, presso le Società Sportive del proprio territorio. Per poter operare al meglio in questo àmbito, tra l’altro, la nostra Associazione è divenuta CASP (Centro di Avviamento allo Sport), struttura riconosciuta dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico), garantendo così ai propri atleti anche un preciso riferimento istituzionale».

Aperta dai saluti istituzionali, con la presenza di Maria Cristina Cantù, assessore alla Famiglia, alla Solidarietà Sociale e al Volontariato della Regione Lombardia, e da Cristina Stancari, assessore allo Sport della Provincia di Milano, la giornata prevede poi la presentazione del progetto di valutazione e monitoraggio delle attività di sport-terapia in Unità Spinale, realizzato in collaborazione con il CIP Lombardia. A chiudere la mattinata, infine, è in programma l’inaugurazione delle attrezzature sportive acquisite grazie al sostegno di Sky Sport, che illustrerà in particolare Able In Sport, progetto a sostegno dei CASP.
Numerosi, quindi, saranno gli intrattenimenti del pomeriggio, quando a partire dalle 14, numerose Società Sportive iscritte alle Federazioni Olimpiche e Paralimpiche proporranno dimostrazioni pratiche delle diverse discipline, nella palestra sportiva e negli spazi esterni adiacenti all’Unità Spinale, con la possibilità per i visitatori di provare le varie attività e con l’allestimento di stand informativi supportati da proiezioni e filmati. Per tutti gli appassionati, inoltre, sarà possibile ammirare decine di moto Harley Davidson, grazie alla collaborazione con il Club Milano Chapter e con la Concessionaria Numero Uno Harley-Davidson di Milano. (Silvia Ferrario)

La partecipazione alla Festa dello Sport 2013 è gratuita e aperta a tutti. Il programma completo è disponibile nel sito di AUS Niguarda ONLUS. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@ausniguarda.it.

Stampa questo articolo