Penultima tappa in Veneto, per il Giro di Handbike

La quarta edizione della corsa rosa, infatti, si avvicina al gran finale del 29 settembre a Firenze, con la tappa del 22 settembre a San Martino di Lupari (Padova), preceduta da numerose, interessanti iniziative, avviate soprattutto nelle scuole, per far conoscere meglio l’handbike e sensibilizzare i più giovani sul tema della disabilità

Comitato Organizzatore dell'ottava tappa del quarto Giro d'Italia di Handbike, San Martino di Lùpari (Padova), 22 settembre 2013

“Tutti in rosa”, a San Martino di Lùpari (Padova), per l’arrivo del Giro d’Italia di Handbike, a partire dai componenti del Comitato Organizzatore

Appuntamento in Veneto, a San Martino di Lùpari (Padova), per l’ottava e penultima tappa del quarto Giro d’Italia di Handbike, in programma domenica 22 settembre, durante una giornata che prevede anche, nel pomeriggio, l’integrazione con una gara a cronosquadre, sullo stesso circuito, tra le Associazioni Sportive Dilettantistiche del territorio.
Saranno 102 gli atleti che prenderanno il via, in un contesto che vede già tutte le strutture alberghiere convenzionate al completo, con un successo inaspettato, quindi, di iscrizioni e di indotto turistico, grazie anche a un lavoro di promozione senza uguali. Il Comitato Organizzatore Locale, infatti, ha volontariamente messo in calendario numerose, interessanti iniziative, per far conoscere l’handbike e sensibilizzare i più giovani sul tema della disabilità.
In tal senso, sono già stati distribuiti nelle scuole elementari e medie circa 1.300 opuscoli sull’evento e nella mattinata di sabato 21 è prevista una conferenza dedicata alle stesse scolaresche, con l’intervento di un allenatore di basket in carrozzina e di due giovani atleti.
Senza dimenticare, naturalmente, i tanti volontari, che vestiranno in rosa per omaggiare gli atleti del Giro, con un esclusivo braccialetto realizzato appositamente per l’occasione.
E ancora, a tingersi di rosa – colore ufficiale della manifestazione – saranno anche i negozi e le botteghe, e verranno utilizzate auto elettriche/ibride per il corretto svolgimento dell’evento, all’insegna dell’ecosostenibilità. Infine, verranno installate telecamere Hero GoPro a bordo della moto apripista e delle moto staffetta, per creare un filmato post-evento, da divulgare via web e nelle emittenti regionali.

La tappa – come sempre sostenuta dal Gruppo Iseni, da EpiùEnergia, dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e da Telethon – si correrà su un percorso per lo più pianeggiante, anche se a tratti “nervoso” e molto tecnico. Saranno presenti per l’occasione anche il già campione del mondo di ciclismo Alessandro Ballan, che farà un giro di ricognizione con gli atleti giovanissimi delle squadre locali e il campione paralimpico Alex Zanardi.
A questo punto – oltre naturalmente a ricordare il successivo appuntamento del 29 settembre a Firenze, con il gran finale del Giro che coinciderà con i Campionati Mondiali di Ciclismo su Strada -, non resta che riepilogare l’elenco di coloro che guidano le classifiche delle Maglie Rosa, riservate ai primi della classifica generale e quelle delle Maglie Bianche, che premiano i vincitori dei traguardi volanti. Per le prime, si tratta di: MH1.1: Luca Cremonesi; MH1.2: Paolo Baroncini; MH2: Roberto Brigo; MH3: Raimund Thaler; MH4: Diego Colombari; WH1: Monica Borelli; WH2: Rita Cuccuru; WH3: Romina Modena. Per le seconde, invece: MH1.1: Luca Cremonesi; MH1.2: Paolo Baroncini; MH2: Saverio Di Bari; MH3: Mauro Cratassa; MH4: Diego Colombari; WH1: Roberta Amadeo; WH2: Rita Cuccuru; WH3: Romina Modena. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@girohandbike.it; roberta.ceppi@innovaction11.com; info@innovaction11.com.

Stampa questo articolo