Il turismo accessibile favorisce proprio tutti

In linea con le recenti affermazioni di Taleb Rifai, segretario generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU, Roberto Vitali, presidente di Village for all (V4A), che ha partecipato in veste di esperto del turismo accessibile a un importante convegno al Senato, ribadisce che «un turismo accogliente per tutti rappresenta allo stesso tempo un imprescindibile diritto umano e un’eccezionale opportunità di business»

Taleb Rifai

Taleb Rifai, segretario generale dell’UNWTO, l’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU

Anche Roberto Vitali, fondatore e presidente di Village for all (V4A), la nota rete che conferisce il marchio di qualità internazionale dell’ospitalità accessibile, ha partecipato al Senato – in veste di esperto nel settore del turismo accessibile – a un importante convegno sul tema Le Regioni e gli Enti Locali nello svolgimento dei compiti in materia di turismo, sport, istruzione per creare opportunità, appuntamento con il quale si sono voluti riunire vari rappresentanti di Organizzazioni, Enti e Istituzioni, per individuare i punti di forza e di debolezza delle politiche di sviluppo e promozione di questi àmbiti, trasformando il loro impegno in opportunità di mercato.
All’incontro è intervenuto tra gli altri anche Pietro Grasso, presidente dell’Assemblea di Palazzo Madama.

«Sono felice – dichiara Vitali – di avere portato il mio contributo a un evento così rilevante a livello nazionale, che ha coinciso con un segnale tangibile di interesse, da parte delle Istituzioni e degli Enti Locali, a promuovere il tema del turismo accessibile, che non rappresenta soltanto una doverosa tutela dei diritti di cittadinanza, ma anche la possibilità di aprire un settore di mercato stimato nel 15% del valore del Prodotto Interno Lordo turistico di ogni Paese dell’Unione Europea, compresa quindi l’Italia».
«Anche Taleb Rifai – aggiunge Vitali – vale a dire il segretario generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU (UNWTO), presentando la nuova Direttiva sul turismo accessibile all’ultima Assemblea Generale della stessa UNWTO, tenutasi nell’agosto scorso in Zimbabwe, ha parlato di “un mercato che rappresenta una grande opportunità che può essere colta dagli imprenditori turistici”. In particolare, Rifai ha ribadito che “l’accessibilità è l’elemento centrale di una politica del turismo responsabile e sostenibile, e rappresenta allo stesso tempo un imprescindibile diritto umano, oltreché un’eccezionale opportunità di business”. È compito quindi di ogni buon operatore turistico fare accoglienza per tutti, perché il turismo accessibile non favorisce solo le persone con disabilità o con bisogni specifici, ma favorisce noi tutti!». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@v4a.it.

Stampa questo articolo