Parkinson: nuove frontiere per la riabilitazione motoria

Si chiama così la conferenza stampa in programma il 25 settembre a Milano, durante la quale verranno presentati i risultati di un’indagine clinica sull’utilizzo della tecnica di stimolazione plantare meccanica, attraverso il dispositivo portatile “Gondola®”, per il recupero delle funzioni motorie in persone affette da malattia di Parkinson

Dispositivo "Gondola®"

Il dispositivo portatile “Gondola®”, per l’erogazione domiciliare della stimolazione plantare meccanica, nelle persone con malattia di Parkinson

La stimolazione plantare meccanica (Foot Mechanical Stimulation, in breve FMS) è una terapia di riabilitazione per persone con la malattia di Parkinson che intende migliorarne la qualità della vita, consentendo loro di recuperare parte delle capacità motorie e dell’autonomia nell’esecuzione di molte attività personali quotidiane.
Dalle ricerche che hanno portato alla scoperta di tale tecnica, è successivamente derivata GONDOLA®, dispositivo personale portatile che consente l’erogazione domiciliare della terapia stessa.

I risultati di un’indagine clinica sull’utilizzo dell’FMS, attraverso il dispositivo Gondola®, per il recupero appunto delle funzioni motorie in persone affette da malattia di Parkinson, verranno presentati mercoledì 25 settembre a Milano (Sala Biancamano del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonrdo da Vinci, Via Olona, 6, ore 11.15), nel corso di una conferenza stampa moderata dal biologo e articolista scientifico Sergio Angeletti, cui parteciperanno Fabrizio Stocchi, direttore del Centro di Ricerca sul Parkinson e sui Disturbi Motori dell’IRCCS San Raffaele di  Roma e Manuela Galli, docente associato del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: press@saluteuropa.eu.

Stampa questo articolo