Amici della Vespa e dell’ANGSA

Sono Augusto Gaudino, Carlo Morandi, Domenico Gelmi e Giuseppe Bezzon, che completeranno il 6 ottobre a Santhià (Vercelli) il loro Giro d’Italia, denominato “L’autismo sale in Vespa”, tutto corso a fianco dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), per sensibilizzare e informare sui disturbi dello spettro autistico, e anche per raccogliere fondi

"L'autismo sale in Vespa 2013", Roma

Il passaggio nel centro di Roma della “carovana” dell'”Autismo sale in Vespa 2013″

Sono ripartiti da Biella il 7 settembre e dopo avere attraversato l’Italia fino alla Puglia e alla Calabria, hanno risalito la penisola, per approssimarsi alla tappa finale di domenica 6 ottobre a Santhià (Vercelli). Dopo il successo del 2011, che li aveva visti percorrere ben 6.882 chilometri, questa volta Augusto Gaudino, 56 anni di Biella, del Vespa Club Camino Monferrato e Carlo Morandi, 63 anni di Vercelli, del Vespa Club Vercelli, stanno ultimando la loro “sfida” insieme a Domenico Gelmi, 64 anni, presidente del Vespa Club Malonno in Valcamonica e a Giuseppe Bezzon di Novara, 61 anni, che fa parte del Vespa Club Lele.

Parliamo naturalmente di un’iniziativa che ci aveva già assai favorevolmente colpito due anni fa, vale a dire L’autismo sale in Vespa 2013, vero e proprio Giro d’Italia patrocinato quest’anno dal Vespa Club d’Italia e dal Vespa World Club, oltreché sostenuto da numerosi Enti Pubblici e Privati, ma soprattutto interamente a fianco dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), per la quale è diventata via via una preziosa occasione di incontri in tutta Italia, con i Vespa Club, le autorità politiche e i rappresentanti locali di tale Associazione, per sensibilizzare e informare sui disturbi dello spettro autistico, e anche per raccogliere fondi.
In questi giorni, ad esempio, in concomitanza con l’arrivo a Montebelluna (Treviso) di questi “amici della Vespa e dell’ANGSA”, sono stati organizzati dall’ANGSA Veneto, in collaborazione con lo Sportello Autismo di Vicenza e la partecipazione dei Comuni di Montebelluna e di Bassano del Grappa (Vicenza), i seminari intitolati La scuola incontra l’autismo: scienza ed educazione (presso l’Istituto Comprensivo 1 di Montebelluna e il Liceo Brocchi di Bassano del Grappa), rivolti agli studenti per far conoscere bene gli aspetti scientifici ed educativi legati all’autismo e come aiutare un compagno che viva questo tipo di difficoltà.

A questo punto, un obiettivo importante già dichiarato dai promotori dell’Autismo sale in Vespa è quello di farlo diventare un appuntamento fisso a cadenza biennale. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: angsanaz@tin.it, angsaveneto@libero.it.

Stampa questo articolo