Al centro l’espressione artistica e non la disabilità

L’idea ispiratrice è l’universalità dell’arte – sia come mezzo espressivo e comunicativo che come atto creativo – il contesto è quello del racconto personale, attraverso il quale una serie di persone con disabilità intellettiva possono raccontare qualcosa di sé, mettendo al centro l’espressione artistica e non la propria disabilità. Tornerà a Sandrigo (Vicenza), dal 5 al 13 ottobre, la bella mostra d’arte intitolata “Io Sono – Ich bin”

Opera di Martin Tschöll per "Io sono - Ich bin"

Una delle opere di Martin Tschöll che compongono la mostra di artisti con disabilità intellettiva, denominata “Io sono – Ich bin”

Già protagonisti nella primavera scorsa di un’apprezzata mostra a Venezia – della quale avevamo ampiamente riferito – e successivamente presenti anche all’Istituto Catullo di Belluno e al MART (Museo d’Arte Moderna e Contemporanea) di Rovereto (Trento), gli artisti con disabilità intellettiva dell’iniziativa Io sono – Ich bin, esporranno ora le loro opere da sabato 5 a domenica 13 ottobre, presso l’Oratorio Trissino di Sandrigo (Vicenza).
A proporre l’evento, insieme all’Associazione Integra-mente di Dueville (Vicenza), è la locale Cooperativa Sociale Margherita, in apertura dell’annuale Festival Culturale Margherita in festa.

Come già nelle precedenti esperienze, “cuore della mostra” saranno le opere di Georg Paulmichl, pittore e poeta e di Martin Tschöll, scultore, due artisti altoatesini con disabilità intellettiva, assai noti nel mondo di lingua tedesca. In particolare Paulmichl è certamente tra i più affermati creatori dell’Alto Adige, che con i suoi libri di poesie – tradotti nel 2011 anche in italiano – ha vinto vari premi in Austria, Germania e Svizzera e nel 2007 è stato anche nominato cittadino onorario dal Comune di Prato allo Stelvio, diventando così l’unico cittadino onorario con disabilità intellettiva in Italia e probabilmente anche in Europa. Il giovane scultore Tschöll, invece, pur essendo ancora relativamente agli inizi della propria carriera artistica, è già stato protagonista di una mostra di successo a Bressanone.
Insieme ai lavori di Paulmichl e Tschöll, si potranno poi ammirare a Sandrigo le opere degli artisti di Caleido, il Centro Diurno per persone con disabilità della cooperativa Margherita.

Come spiegano gli organizzatori, «l’idea ispiratrice è l’universalità dell’arte, sia come mezzo espressivo e comunicativo che come atto creativo. Si darà luogo, quindi, a un contesto in cui, attraverso il racconto personale, le persone con disabilità potranno raccontare qualcosa di sé, mettendo al centro l’espressione artistica e non la propria disabilità». (S.B.)

La mostra di Sandrigo (Vicenza) sarà inaugurata sabato 5 ottobre (ore 18), alla presenza di alcuni artisti con disabilità intellettiva e delle autorità locali (successivi orari di apertura: dal 7 al 10 ottobre, 10.30-12.30, 15.30-17.30; dal 10 al 13 ottobre, 10.30-12.30, 17.30-19.30). Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@integra-mente.org, claudia.treviso@integra-mente.org.

Stampa questo articolo