A “CinEthica” la disabilità diventa riflessione culturale

Svincolare infatti la disabilità dal primato della riabilitazione e dell’assistenza, ponendola al centro di una riflessione culturale, è l’obiettivo principale dell’Associazione barese CinEthic, promotrice della rassegna cinematografica denominata “CinEthica – Energia DIVERSAMENTE rinnovABILE”, la cui terza edizione prenderà il via l’8 ottobre nel capoluogo pugliese

John Hawkes

John Hawkes è l’attore protagonista del film “The Sessions”, che aprirà a Bari la terza edizione di “CinEthica”

Nata a Bari nel 2011, allo scopo di promuovere la cultura e l’espressione artistica in tutte le sue forme, l’Associazione CinEthic vuole sostenere e dare impulso alla ricerca cinematografica e alla sperimentazione nel campo dell’immagine e delle arti in generale, con particolare attenzione a quelle forme artistiche impegnate nella sensibilizzazione e informazione intorno ai temi di alto valore etico e sociale.
Ed è su questa linea di lavoro che CinEthic organizza anche, con il sostegno di Apulia Film Commission, la rassegna cinematografica CinEthica – Energia DIVERSAMENTE rinnovABILE, il cui obiettivo principale è quello di svincolare la disabilità dal primato della riabilitazione e dell’assistenza, ponendola al centro di una riflessione culturale.

La terza edizione dell’iniziativa prenderà il via martedì 8 ottobre e prevede otto appuntamenti a cadenza settimanale (Cineporto di Bari, ore 21), fino al 26 novembre. Oltre alle proiezioni, poi, la rassegna sarà arricchita dal contributo di protagonisti del mondo della scena e del cinema che avranno il compito di introdurre le varie serate.
Particolarmente interessante appare il programma – comprendente tra l’altro due anteprime nazionali e una regionale – articolato su opere alcune delle quali hanno già trovato ampio spazio sulle pagine del nostro giornale, come si può vedere anche dall’elenco di testi che qui a fianco proponiamo.
Si incomincerà infatti – martedì 8 ottobre, come detto – con The Sessions di Ben Lewin (2012, Stati Uniti), interpretato da John Hawkes e Helen Hunt, film basato su un articolo pubblicato da Mark O’Brien, poeta paralizzato dal collo in giù, che aveva assunto un “surrogato del sesso” per perdere la propria verginità. La serata sarà introdotta da Danio Manfredini, attore, regista e drammaturgo milanese, vincitore nel corso della sua carriera di tre Premi Ubu.
Nei due successivi appuntamenti, poi, la rassegna proporrà la visione in anteprima di due pellicole in cui entrambi i registi affrontano il tema dell’autismo: innanzitutto, martedì 15 ottobre, alla presenza del regista e del produttore Marco Donati, Pulce non c’è di Giuseppe Bonito (2012, Italia), che racconta la vicenda di una bimba di nove anni; e poi (martedì 22 ottobre) The story of luke (2012, Stati Uniti) di Alonso Mayo, che ha per protagonista un giovane venticinquenne. In questo caso interverranno gli attori Licia Lanera e Riccardo Spagnulo della compagnia teatrale Fibre Parallele.
Sarà quindi l’attrice Carmela Vincenti, martedì 29 ottobre, a introdurre Requiem di Hans-Christian Schmid (2006, Germania), film basato sulla storia vera di Anneliese Michel, una studentessa malata di epilessia, morta nel 1976 in seguito a prolungata denutrizione e dopo aver subito numerosi esorcismi, compiuti su richiesta dei genitori, convinti che la sua malattia fosse opera del demonio.
E ancora, l’attore Marcello Prayer si occuperà martedì 5 novembre di avviare la visione del film Il lato positivo (2012, Stati Uniti) di David O. Russell, adattamento cinematografico del best seller di Matthew Quick L’orlo argenteo delle nuvole, toccante commedia che racconta la vicenda di un ex insegnante di storia appena dimesso da un istituto per malattie mentali.
Nel poetico capolavoro di animazione Arrugas (2012, Spagna), di Ignacio Ferreras, in programma martedì 12 novembre, il regista racconta le tenere e ironiche avventure di due anziani (Emilio e Miguel) che stringono amicizia in una residenza geriatrica. A presentare la serata sarà l’attore Andrea Bosca.
Un’altra storia vera sarà poi raccontata martedì 19 novembre in Rosso come il cielo di Cristiano Bortone (2005, Italia), dove il piccolo Mirco, pur colpito da cecità, diventerà uno dei più grandi montatori cinematografici audio italiani. A introdurre il tema, l’attore e regista barese Paolo Sassanelli, tra i protagonisti della pellicola.
A chiusura infine della rassegna, martedì 26 novembre, l’anteprima pugliese di Amore Carne di Pippo Delbono, film documentario in cui il regista cattura momenti unici, incontri ordinari o straordinari dei suoi viaggi. Introdurrà la pellicola l’attore Roberto Corradino. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@cinethic.it.

Stampa questo articolo