Deficit visivo e altri disturbi: un corso di formazione

Si rivolge agli educatori di bambini e ragazzi con deficit visivo, la seconda edizione del corso di formazione promosso a Roma dall’Associazione Con i miei occhi e patrocinato dalla Regione Lazio, che punta a fornire competenze operative nei confronti di bambini e ragazzi con deficit visivo e altri disturbi dello sviluppo, in particolare dello spettro autistico. La partecipazione è gratuita e le iscrizioni scadranno il 10 ottobre

Bimbo con la testa bassa su un libroFormare educatori in grado di operare con specificità e appropriatezza nei confronti di bambini e ragazzi con deficit visivo, non vedenti ed ipovedenti, con altri disturbi di sviluppo, riferiti in particolare ai cosiddetti disturbi pervasivi, altrimenti conosciuti come disturbi dello spettro autistico: è questo l’obiettivo del corso proposto a Roma da Con i miei occhi, Associazione di famiglie di bambini e ragazzi privi della vista con disabilità aggiuntive, iniziativa denominata appunto Metodi e tecniche educative per bambini con deficit visivo e disturbi pervasivi dello sviluppo, giunta alla sua seconda edizione e che si avvale del patrocinio della Regione Lazio.

Il corso – che prenderà il via il 9 novembre, per concludersi il 5 aprile del prossimo anno – si rivolge a un massimo di venti educatori di bambini e ragazzi con deficit visivo, con ampia esperienza nel settore, che devono cioè avere concluso la formazione come assistenti o educatori per persone con deficit visivo, oppure essere in possesso di un altro titolo educativo/riabilitativo già conseguito nel settore, oltreché avere almeno due anni di esperienza lavorativa riscontrabile, nel settore del deficit visivo in età evolutiva. (S.B.)

Ringraziamo Maria Luisa Gargiulo per la segnalazione.

La partecipazione è gratuita e le richieste di iscrizione devono pervenire entro il 10 ottobre su un apposito modulo di richiesta di iscrizione. Per ottenere quest’ultimo, oltre al programma dettagliato e ad altre necessarie informazioni: conimieiocchi2006@gmail.com.

Stampa questo articolo