Fattorie sociali, disabilità e autismo

Sarà un confronto, quello che si avrà durante un seminario in programma il 12 ottobre a Bassano del Grappa (Vicenza), tra una serie di esperienze di inserimento sviluppate all’interno di fattorie agricole, in Emilia Romagna, Lombardia, Umbria e Veneto, strutture organizzate e formate per consentire anche alle persone con autismo di trovare un ruolo e una competenza nel quotidiano

Due persone lavorano in una fattoria

Le fattorie sociali costituiscono nuovi modelli di inclusione per le persone con autismo

È organizzato dall’Azienda Sanitaria ULSS 3 di Bassano del Grappa (Vicenza) e dal Centro Documentazione Eraldo Berti della locale Associazione Bio Fattoria Sociale Conca d’Oro, il seminario in programma per sabato 12 ottobre a Bassano del Grappa (Vicenza), sul tema Fattoria sociale, disabilità e autismo in adolescenza ed età adulta (Sala Convegni Ospedale San Bassiano, ore 9-17.30).
L’incontro ruoterà attorno al confronto tra una serie di esperienze di inserimento di persone con autismo, sviluppate all’interno di fattorie agricole, in Emilia Romagna, Lombardia, Umbria e Veneto. In particolare si parlerà di quelle fattorie organizzate e formate per offrire e riconoscere dei compiti anche alle persone con autismo, consentendo loro di trovare un ruolo e una competenza nel quotidiano, che diventi essa stessa abilitante.

Vi interverranno – citati in ordine alfabetico – Andrea Canevaro, docente dell’Università Bologna, una delle figure più prestigiose del nostro Paese, in àmbito di inclusione scolastica delle persone con disabilità; Stefano Cimatti, sindaco di Bassano del Grappa; Fernando Antonio Compostella, direttore Generale dell’Azienda Sanitaria ULSS 3; Alessandra Corò, direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale della stessa Azienda Sanitaria ULSS 3; Fabio Comunello, fondatore della Bio Fattoria Sociale Conca d’Oro; Serenella Grittani del Centro Autismo Neuropsichiatria dell’AUSL di Rimini; Cristina Mambelli, neuropsichiatria dell’ULSS 15 Alta Padovana; Annalisa Menegolo, responsabile dell’Unità Operativa Disabilità dell’Azienda Sanitaria ULSS 3; Francesco Messia del Servizio Inserimento Studenti dell’Università di Bologna; Piergiorgio Miotello, direttore dell’Unità Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Sanitaria ULSS 3; Franco Moretto, dirigente dell’Unità Complessa di Programmazione per il Terzo Settore della Regione Veneto; Andrea Tittarelli, direttore della Fattoria La Semente di Spello (Perugia); Gianfranco Vitale, genitore; Sonia Zen, presidente dell’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici); Leonardo Zoccante dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Neuropsichiatria di Verona.
Il Centro Documentazione Eraldo Berti dell’Associazione Bio Fattoria Sociale Conca d’Oro sarà rappresentato da Claudia Broccardo, Mariangela Dario, Anna Polimeni e Anna Sperotto. (S.B.)

Ringraziamo Sonia Zen per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@concadoro.org.

Stampa questo articolo