Viene presentata la “bicicletta degli abbracci”

È proprio tale “HUGBIKE®”, progetto della Cooperativa Opera della Marca di Treviso, nata per porre al centro dell’attenzione le persone con autismo e la loro integrazione mediante il lavoro. Si tratta infatti di un tandem che permette al genitore, seduto dietro, di guidare il passeggero simulando un abbraccio. La presentazione si avrà a Conegliano (Treviso), durante il ventinovesimo Gran Gala Ciclistico Internazionale

Il tandem "HUGBIKE®"

Il tandem “HUGBIKE®”

In occasione del ventinovesimo Gran Gala Ciclistico Internazionale, evento nazionale dedicato ai più grandi campioni del ciclismo, in programma lunedì 14 ottobre (ore 19.45) al Teatro Accademia di Conegliano (Treviso), la Banca della Marca presenterà ufficialmente l’innovativa HUGBIKE®, la cosiddetta “bicicletta degli abbracci”, frutto di un progetto sviluppato dalla Cooperativa Sociale Opera della Marca, soggetto di cui il nostro giornale aveva a suo tempo presentato l’avvio, nato dalla collaborazione tra la stessa Banca della Marca, la Cooperativa Il Girasole e la Fondazione Oltre il Labirinto – Per l’autismo, con l’obiettivo di porre al centro dell’attenzione le persone con autismo e la loro integrazione mediante il lavoro.
Ed è stato proprio un gruppo di ragazzi autistici, seguiti da Opera della Marca, a contribuire alla realizzazione dei modelli di HUGBIKE®, bicicletta dalla particolare posizione di guida in cui il guidatore “abbraccia” il passeggero, dal momento che l’assemblaggio ha visto uniti lavoratori specializzati del settore a supporto appunto di giovani affetti da autismo, potenzialmente collocabili nel mondo del lavoro, tramite l’acquisizione di preziose competenze.
A presentare HUGBIKE® a Conegliano saranno il direttore generale di Banca della Marca Luigino Manfrin e Mario Paganessi, direttore generale della Fondazione Oltre il Labirinto, oltreché presidente della Cooperativa Sociale Opera della Marca. Ad affiancarli come testimonial d’eccezione vi sarà poi Jury Chechi, il noto ex campione olimpionico nella disciplina ginnica degli anelli.

«Da sempre – dichiara Manfrin – cerchiamo di riservare nuove risorse per iniziative socialmente utili e non potevamo scegliere occasione migliore per presentare HUGBIKE®, solo uno dei tanti progetti sviluppati tramite la Cooperativa Opera della Marca, con cui cerchiamo di fare impresa sociale, inserendo ragazzi con diverse abilità apparenti nelle realtà produttive del territorio. Nello specifico si tratta di un tandem realizzato per la famiglia che permette al genitore, seduto dietro, di guidare il passeggero simulando un abbraccio. La particolarità di questa bicicletta riassume metaforicamente il supporto che noi come banca diamo alla società e che i tutor di Opera della Marca donano ai ragazzi nell’assemblaggio del mezzo».
«Circa un anno e mezzo fa – aggiunge Paganessi -, quando assieme a Banca della Marca abbiamo iniziato a sognare questo progetto, non avrei mai immaginato di arrivare in cosi poco tempo a poter presentare la HUGBIKE® nel corso di un evento così prestigioso. Ma quel che è più di questo progetto è la risposta che la società civile, unendo competenze diverse e attori diversi, può e deve dare all’inclusione lavorativa e sociale dei disabili e dei soggetti svantaggiati, creando una vera impresa sociale sostenibile, inclusiva e che offre valore aggiunto alla comunità e al territorio. E tutto questo per poter offrire dignità a questi ragazzi, svincolandosi da logiche e segnali di sempre maggior abbandono, soprattutto per i tagli nei bilanci degli Enti a carico dei più deboli». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa Blu Wom (Alessia Toppan), alessia.toppan@bluwom.com; Ufficio Stampa Fondazione Oltre il Labirinto (Laura Tuveri), lauratnews@gmail.com.

Stampa questo articolo